Archivi del mese ottobre, 2010

Calcolo Ici, aliquote Ici 2009-2010 Comune di Torino

Torino. Foto: www.nh-hotels.com

Torino. Foto: www.nh-hotels.com

Aliquote e detrazioni della Città di Torino. L‘ici del Comune di torino viene calcolato in base alle aliquote e detrazioni esposte nella tabella sottostante. Tabella ufficiale del comune di Torino;

casistica degli immobili aliquota (per mille) detrazione (in euro)
regime ordinario dell’imposta (unità immobiliari di categoria a/10, b, c, d, aree edificabili, terreni agricoli) 6,00
unita’ abitative non adibite ad abitazione principale del soggetto passivo 7,00
unita’ immobiliare di categoria a1, a8 e a9 adibita ad abitazione principale nella quale si risiede anagraficamente e relative pertinenze 5,25 132,00*
unita’ immobiliare posseduta a titolo di proprieta’ o usufrutto da anziani o disabili residenti in istituto di ricovero o sanitario a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti utilizzata e relative pertinenze (regolamento ici art. 4, comma 2, lettera c) esclusa
unita’ immobiliare concessa dal proprietario in uso gratuito a parenti fino al 2° grado a condizione che gli stessi la occupino a titolo di abitazione principale e vi risiedano anagraficamente e relative pertinenze (regolamento ici art. 4 comma 2, lettera d) esclusa
unita’ immobiliare destinata ad uso abitativo ed assegnata dall’a.t.c. a residenti in torino e relative pertinenze;

unita’ immobiliare di proprietà del c.i.t. ed assegnata dall’a.t.c. a titolo di abitazione principale a residenti in torino e relative pertinenze;

unita’ immobiliare appartenente alle cooperative edilizie a proprieta’ indivisa destinata ad abitazione principale dal socio assegnatario, residente in torino e relative pertinenze

esclusa
unita’ immobiliare costituente l’unica proprieta’ immobiliare, della quale il proprietario non puo’ entrare in possesso pur avendo intimato lo sfratto (dopo almeno tre accessi) e relative pertinenze (regolamento ici art. 4, comma 2, lettera f) esclusa
unita’ immobiliare che risulta non occupata e per la quale non risulta essere stato registrato contratto di locazione da almeno due anni (l. 431/98 art. 2, comma 4) 9
unita’ immobiliare concessa in locazione a titolo di abitazione principale alle condizioni stabilite dall’accordo territoriale del 23/9/2003 ex l. 431/98 art. 2, comma 3 (l. 431/98 art. 2,comma 4) subordinata alla presentazione del contratto di locazione registrato (reg. ici art. 4 bis) 1
unità immobiliare inagibile, inabitabile e di fatto non utilizzata imposta ridotta del 50%

Scadenze Ici Milano 2010

Secondo il Comune di Milano, la Scadenza Ici 2010 sarà per le date che seguono. Guida Ici Milano 2010.

MILANOaerea


• entro il 16 giugno pagamento dell’acconto, pari all’imposta dovuta per il primo semestre, in proporzione ai mesi di possesso. Se l’immobile è posseduto per l’intero anno, l’importo corrisponde al 50% dell’imposta dovuta calcolata sulla base delle aliquote e delle detrazioni vigenti nell’anno precedente

• dall’ 1 al 16 dicembre pagamento del saldo

• in unica soluzione entro il 16 giugno.

Le persone fisiche non residenti nel territorio dello Stato possono avvalersi della facoltà di effettuare il versamento dell’intera imposta dovuta nel termine previsto per il saldo, con l’applicazione degli interessi nella misura del 3%.

L’imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota e ai mesi di possesso.

Nota bene: 15 giorni di possesso equivalgono, nel conteggio, a 1 mese. L’imposta non deve essere versata per importi annui dovuti complessivamente per l’intero anno per tutti gli immobili inferiori a 12 euro. Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all’euro per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi (es. 144,35 diventa 144,00), per eccesso se superiore a detto importo (es. 144,50 diventa 145,00).

Ici campobasso

Vediamo questa tabella dell’Ici nel comune di Campobasso. Potrebbe tornarci utile per calcolar le nostre aliguote ici.

termoli-campobasso-castello

ICI del Comune di
Campobasso
Anno Aliquota ordinaria Aliquota abitazione principale Detrazione per abitazione principale Note
2010 6,90 4,90 120,00
2009 6,90 4,90 120,00
2008 6,90 4,90 120,00
2007 6,90 4,90 120,00
2006 6,90 4,90 120,00
2005 6,90 4,90 120,00
2004 6,70 4,20 103,29
2003 6,70 4,20 103,29
2002 6,00 4,00 103,29
2001 6,00 4,00 200.000
2000 6,00 4,00 200.000
1999 4,80 4,00 200.000
1998 4,80 4,00 200.000
1997 4,80 4,00 200.000
1996 4,80 4,00 180.000
1995 4,80 4,00 180.000
1994 4,50 4,50 180.000
1993 4,95 4,95 180.000
Sino al 2001 gli importi sono in lire
Modalità di riscossione ICI effettuata da: Agente/Società di riscossione:ESATTORIE S.p.A. c/c:89044648 intestato a:ESATTORIE S.P.A. CAMPOBASSO CB ICI
Versamento tramite F24 dal 31/05/2006
L’Ici, imposta comunale sugli immobili, istituita con decreto legislativo n. 504 del 1992, deve essere pagata:

  • dai proprietari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli situati nel territorio dello Stato;
  • dai titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie) sugli immobili sopra elencati;
  • dai locatari in caso di locazione finanziaria (leasing);
  • dai concessionari di aree demaniali.

Se l’immobile è posseduto da più proprietari o titolari di diritti reali di godimento, l’imposta deve essere ripartita in proporzione alle quote di possesso.

Dall’anno 2008 è esclusa dall’imposta ICI l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e le relative pertinenze, ad eccezione delle unità classificate nelle categorie A1,A8 e A9 (Decreto 27 maggio 2008 n. 93).
Dal 2007 in tutti i comuni è possibile versare con F24.

  • Versamento ICI 2010: Acconto 16/06/2010; saldo 16/12/2010
  • Versamento ICI 2009: Acconto 16/06/2009; saldo 16/12/2009
  • Versamento ICI 2008: Acconto 16/06/2008; saldo 16/12/2008
  • Versamento ICI 2007: Acconto 18/06/2007; saldo 17/12/2007

Codice catastale del Comune Campobasso da indicare in F24 per il versamento ICI:B519

Ici 2010 Roma

Iniziamo questa settimana il riassunto dell’Ici 2010 Roma. Una serie di post con i quali -uno dopo l’altro- intendiamo spiegare da icicalcolo come calcolare l’imposta comunale sugli immobili per chi nel 2010 dovrà pagarlo nel comune di Roma. Vediamo subito il nostro primo post su chi deve presentare l’ici. Esenzioni Ici Roma 2010.

Logo Ici del Comune di Roma

Logo Ici del Comune di Roma

Scrive il comune di roma in documento ufficiale che:

I mutamenti di soggettività passiva avvenuti nel corso dell’anno a cui si riferisce la dichiarazione devono essere dichiarati, nei soli casi in cui sussiste il relativo obbligo, sia da chi ha cessato di essere soggetto passivo e sia da chi ha iniziato ad esserlo.

Si ricorda che:

  • Soggetto passivo del tributo è anche il gestore dei beni facenti parte del patrimonio immobiliare pubblico ai sensi del D. L. 25 settembre 2001, n. 351, convertito nella legge 23 novembre 2001, n. 410.
  • Nel caso in cui venga costituito il condominio, la dichiarazione deve essere presentata dall’amministra tore del condominio per conto di tutti i condomini. Qualora l’amministrazione riguardi più condomini, per ciascuno di essi va presentata una distinta dichiarazione, escludendo in ogni caso gli immobili appartenenti all’amministratore.
  • Nel caso di multiproprietà l’obbligo di presentazione della dichiarazione è a carico dei singoli soggetti passivi.
  • Nel caso in cui l’immobile è stato oggetto di vendita nell’ambito delle procedure di fallimento o di liquidazione coatta amministrativa la dichiarazione deve essere presentata dal curatore o dal commissario liquidatore.

NOTA BENE:

  • Nel caso in cui più persone siano titolari di diritti reali sull’immobile (es.: più proprietari; proprietà piena per una quota e usufrutto per la restante quota) ciascun contitolare è tenuto a dichiarare la quota ad esso spettante. Tuttavia, è consentito ad uno qualsiasi dei titolari di presentare la dichiarazione congiunta, purché comprensiva di tutti i contitolari.
  • La dichiarazione deve essere presentata anche dai residenti all’estero che posseggono immobili in Italia.

Ici Palermo

Ecco una tabella con l’ici del comune di Palermo. Interessante per calcolare l’ici.

ICI del Comune di
Palermo
Anno Aliquota ordinaria Aliquota abitazione principale Detrazione per abitazione principale Note
2009 7,00 4,80 103,29 Delibera
2008 7,00 4,80 103,29 Delibera
2007 7,00 4,80 103,29 Delibera
2006 7,00 4,80 103,29 Delibera
2005 6,60 5,00 103,29 Delibera
2004 6,60 5,00 103,29 Delibera
2003 6,60 5,00 103,29
2002 6,60 5,00 103,29
2001 5,20 5,00 200.000
2000 5,00 5,00 200.000
1999 5,00 5,00 200.000
1998 5,00 5,00 consulta la delibera
1997 5,00 5,00 consulta la delibera
1996 5,10 5,00 180.000
1995 5,00 5,00 180.000
1994 5,00 5,00 180.000
1993 5,00 5,00 180.000
Sino al 2001 gli importi sono in lire
Modalità di riscossione ICI effettuata da: Agente/Società di riscossione:SERIT SICILIA S.p.A. c/c:89127716 intestato a:SERIT Sicilia S.p.A. PALERMO-PA-ICI
L’Ici, imposta comunale sugli immobili, istituita con decreto legislativo n. 504 del 1992, deve essere pagata:

  • dai proprietari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli situati nel territorio dello Stato;
  • dai titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie) sugli immobili sopra elencati;
  • dai locatari in caso di locazione finanziaria (leasing);
  • dai concessionari di aree demaniali.

Se l’immobile è posseduto da più proprietari o titolari di diritti reali di godimento, l’imposta deve essere ripartita in proporzione alle quote di possesso.

Dall’anno 2008 è esclusa dall’imposta ICI l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo e le relative pertinenze, ad eccezione delle unità classificate nelle categorie A1,A8 e A9 (Decreto 27 maggio 2008 n. 93).
Dal 2007 in tutti i comuni è possibile versare con F24.

  • Versamento ICI 2010: Acconto 16/06/2010; saldo 16/12/2010
  • Versamento ICI 2009: Acconto 16/06/2009; saldo 16/12/2009
  • Versamento ICI 2008: Acconto 16/06/2008; saldo 16/12/2008
  • Versamento ICI 2007: Acconto 18/06/2007; saldo 17/12/2007

Codice catastale del Comune Palermo da indicare in F24 per il versamento ICI:G273

Esenzioni Ici Milano

La galleria dall'altra parte. Foto: www.nosoloviajeros.com

La galleria dall'altra parte. Foto: www.nosoloviajeros.com

L’esenzione si applica, per le stesse categorie, anche ai casi assimilati all’abitazione principale:

• unità immobiliare non locata posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili, che acquisiscano la residenza in istituti di ricovero o sanitari, a seguito di ricovero permanente;
• unità immobiliare adibita ad abitazione concessa in uso gratuito a parenti entro il 2° grado, che la utilizzino come abitazione principale e che abbiano ivi la residenza anagrafica;
• unità immobiliare posseduta dal coniuge separato che non risulti assegnatario della casa coniugale, a condizione che non sia titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato ad abitazione situato nello stesso Comune ove è ubicata la casa coniugale;
• unità immobiliare utilizzata come abitazione principale dai soci delle cooperative edilizie a proprietà indivisa.

Valore dei fabbricati

Aggiornamento dei coefficienti per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’art. 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, 
agli effetti dell’imposta comunale sugli immobili (ICI), dovuta per l’anno 2010 
(G.U. 24 marzo 2010, n. 69)

Fabbricati. Disegno; www.problemhouse.it

Fabbricati. Disegno; www.problemhouse.it

IL DIRETTORE GENERALE DELLE FINANZE

Visto l’art. 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, concernente i criteri di determinazione del valore, agli effetti dell’imposta comunale sugli immobili (ICI), dei fabbricati classificabili nel gruppo catastale D, non iscritti in catasto, interamente posseduti da imprese e distintamente contabilizzati;

Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante riforma dell’organizzazione del Governo; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 30 gennaio 2008, n. 43, che disciplina l’organizzazione del Dipartimento delle finanze; Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche; Considerato che occorre aggiornare i coefficienti indicati nell’art. 5, comma 3, del citato decreto legislativo n. 504 del 1992, ai tini dell’applicazione dell’ICI dovuta per l’anno 2010; Tenuto conto dei dati risultanti all’ISTAT sull’andamento del costo di costruzione di un capannone;

D E C R E T A

Art. 1.

Aggiornamento dei coefficienti per i fabbricati a valore contabile

Agli effetti dell’applicazione dell’imposta comunale sugli immobili (ICI) dovuta per l’anno 2010, per la determinazione del valore dei fabbricati di cui all’art. 5, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, i coefficienti di aggiornamento sono stabiliti nelle seguenti misure:

per l’anno 2010 = 1,02;

per l’anno 2009 = 1,03;

per l’anno 2008 = 1,07;

per l’anno 2007 = 1,11;

per l’anno 2006 = 1,14;

per l’anno 2005 = 1,17;

per l’anno 2004 = 1,24;

per l’anno 2003 = 1,28;

per l’anno 2002 = 1,33;

per l’anno 2001 = 1,36;

per l’anno 2000 = 1,40;

per l’anno 1999 = 1,42;

per l’anno 1998 = 1,45;

per l’anno 1997 = 1,48;

per l’anno 1996 = 1,53;

per l’anno 1995 = 1,57;

per l’anno 1994 = 1,62;

per l’anno 1993 = 1,66;

per l’anno 1992 = 1,67;

per l’anno 1991 = 1,71;

per l’anno 1990 = 1,79;

per l’anno 1989 = 1,87;

per l’anno 1988 = 1,95;

per l’anno 1987 = 2,11;

per l’anno 1986 = 2,27;

per l’anno 1985 = 2,44;

per l’anno 1984 = 2,60;

per l’anno 1983 = 2,76;

per l’anno 1982 e anni precedenti = 2,92.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Aliquote Ici Milano

Milano Galleria Vittorio Emanuele. Foto: Giovanni dall'Orto; from Commons

Milano Galleria Vittorio Emanuele. Foto: Giovanni dall'Orto; from Commons

Vediamo nella lista che segue le aliquote per il Comune di Milano specificate nel sito ufficiale e nel post successivo troverete anche le esenzioni per chi deve pagara l’Ici nella capitale lombarda:

Aliquota ridotta del 4,4 per mille per:

• l’abitazione principale classificata o classificabile nella categorie A/1, A/8 e A/9;

• l’unità immobiliare classificata o classificabile nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9 non locata, posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscano la residenza in Istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente;

• l’unità immobiliare classificata o classificabile nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9, concessa in uso gratuito a parenti entro il 2° grado, che la utilizzino come abitazione principale e che abbiano ivi la residenza anagrafica;

• l’unità immobiliare classificata o classificabile nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9 posseduta dal coniuge separato che non risulti assegnatario della casa coniugale, a condizione che non sia titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato ad abitazione situato nello stesso Comune ove è ubicata la casa coniugale;

• l’unità immobiliare concessa in uso gratuito a coniuge e affini entro il 2° grado, che la utilizzino come abitazione principale e che abbiano ivi la residenza anagrafica;

• l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da cittadini italiani non residenti nello Stato, purché non locata.
L’aliquota ridotta si applica anche alle unità pertinenziali come sopra definite;

Si ricorda che:

Aliquota ridotta del 4 per mille per i soggetti che realizzino interventi di recupero di immobili di interesse artistico-architettonico e su immobili residenziali inabitabili, purché siti nel centro storico e sottoposti a vincolo di tutela monumentale della Sovrintendenza ai Beni Ambientali e Architettonici (L. 1089/39, L. 490/99 e Dlgs. 22/04);

Aliquota ridotta del 4 per mille per i proprietari che concedono in locazione a titolo di abitazione principale immobili alle condizioni definite dall’”Accordo Locale per la città di Milano” (art. 2, comma 3, L. 431/98);

Aliquota ordinaria del 5 per mille in tutti gli altri casi.

Ici Bari 2010: aliquote Ici 2009 valide per il 2010

Bari. Foto:anyairportcarhire.com

Bari. Foto:anyairportcarhire.com

ALIQUOTE 2009

Per l’annualità 2009 sono confermate le aliquote previste dalla deliberazione del Consiglio Comunale n.44 del 12/05/2008:
– 7 per mille, quale aliquota ordinaria;

– 7 per mille per aree fabbricabili;
– 3 per mille per l’abitazione locata tramite il cosiddetto canale contrattato o convenzionato (art.2 commi 3-4 della Legge 09/12/98, n. 431 e successive modifiche ed integrazioni) a soggetto che la utilizza come dimora abituale;
– 3 per mille per l’abitazione locata a studenti, iscritti ad un corso di laurea presso l’Università degli Studi di Bari o il Politecnico di Bari ed ivi non residenti, con contratto registrato di locazione di natura transitoria (art. 5, comma 2, della Legge 09/12/98, n. 431 e successive modifiche ed integrazioni);
– 9 per mille per gli alloggi per i quali non risultino essere stati registrati contratti di locazione da almeno due anni;
– 4,25 per mille e detrazione di € 103,29 per gli immobili costituenti abitazione principale e non rientranti nelle ipotesi di esenzione di cui al D.L. 27 maggio 2008 n. 93.
Per le abitazioni locate tramite il cosiddetto canale contrattato o convenzionato (art.2 commi 3-4 della Legge 09/12/98, n. 431 e successive modifiche ed integrazioni), alla richiesta del soggetto interessato dovrà essere allegata apposita autocertificazione, con cui il conduttore dichiari di utilizzare l’alloggio come dimora abituale, in merito alla quale l’Amministrazione si riserva di effettuare gli opportuni controlli e verifiche.
Per le abitazioni locate a studenti universitari (art. 5 comma 2 della legge 09/12/98, n. 431), alla richiesta del soggetto interessato dovranno essere altresì allegate apposite autocertificazioni, con cui gli studenti dichiarino di essere iscritti ad un corso di laurea presso l’Università degli Studi di Bari o il Politecnico di Bari e di non essere residenti nella Città di Bari, in merito alle quali l’Amministrazione si riserva di effettuare gli opportuni controlli e verifiche.
Le suddette richieste – autocertificazioni dei soggetti interessati, con gli eventuali allegati, dovranno essere inviate tramite raccomandata, ovvero consegnate a mano, a pena di decadenza, entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dei redditi dell’ anno di competenza. Ai sensi del D.P.R. n. 445 del 28/12/2000 le istanze e le dichiarazioni saranno sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto ovvero sottoscritte e presentate unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore.
Le suddette richieste-autocertificazioni, qualora siano state tempestivamente presentate con riferimento a precedenti annualità d’imposta , avranno validità anche per gli anni successivi, sempreché non si verifichino modificazioni dei dati od elementi precedentemente dichiarati.
L’Amministrazione si riserva di richiedere documentazione integrativa, comprovante quanto dichiarato, nonché di effettuare gli opportuni controlli e verifiche, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. n. 445/00 e successive modificazioni ed integrazioni.
In caso di dichiarazione infedele, verrà dato corso alle procedure di rito e all’applicazione delle sanzioni, ai sensi delle vigenti leggi.

Ici Calcolo, Comune di Livorno aliquote Ici 2009-2010

Ecco le aliquote per l’Ici del Comune di Livorno che rimarrano invariate dal 2009 al 2010. Secondo il sito del Comune trovate questa grafica di qui segnaliamo il 5,2% dell’imposta comunale che grava sull’abitazione Principale.

Aliquote I.C.I.

2004 2005 2006 2007 2008 2009
Aliquota Ordinaria 6,4‰ 6,7‰ 6,7‰ 7‰ 7‰ 7‰
Abitazione Principale 5,3‰ 5,2‰ 5,2‰ 5,2‰ 5,2‰ 5,2‰
Pertinenza ab. principale(1) 5,3‰ 5,2‰ 5,2‰ 5,2‰ 5,2‰ 5,2‰
Alloggi Locati con contratto registrato a persone ivi residenti(2)
Contratti Concordati(2) 2‰ 2‰ 2‰ 2‰ 2‰ 2‰
Concessione uso gratuito (2) -‰
Alloggi Non Locati(2)
Detr. ab. principale (€) 103,29 103,29 103,29 103,29 103,29 103,29
Maggiore Detrazione(3)
Alloggi Locati ad Equo Canone(2)
Abitazioni con impianti a fonte rinnovabile elettrici o termici(4) 2‰

Vuoi calcolare l'Ici del tuo immobile? Informarti con le ultime news di ICI Calcolo. Tutto quello che devi sapere su imposte e fisco.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia