Archivi del mese dicembre, 2010

Calcolo Ici Sondrio, aliquote

Ecco le detrazioni per l’abitazione principale del comune di Sondrio. Estratto dal documento legale del comune.

Sondrio. Img: www.piazzaffari.info

Sondrio. Img: www.piazzaffari.info

a) aliquota ordinaria, pari al 6,8 ‰ (sei virgola otto per mille);

b) aliquota ridotta, pari al 4,5 ‰ (quattro virgola cinque per mille) con detrazione di euro 103,29:

– in favore delle persone fisiche soggetti passivi e dei soci di cooperative edilizie a proprietà indivisa, residenti nel comune per le unità immobiliari direttamente adibite ad abitazione principale e loro pertinenze;

– per gli appartamenti concessi in locazione ad uso abitativo, come da accordo territoriale sottoscritto tra i rappresentanti della proprietà edilizia e quelli degli inquilini e di cui alla deliberazione Giunta Comunale 2 agosto 1999, n. 206;

Aliquote Ici Lecco

Vediamo le aliquote ici di lecco che vengono a completare il post delle esenzioni ici lecco pubblicato qualche mese fa.

lecco-2

Ici Lecco 2010

  • 6,9 ‰ Altre fattispecie imponibili (altri fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli).
  • 4,0 ‰ Unità immobiliari inagibili o inabitabili per le quali vengono avviati interventi di recupero. Il valore imponibile è costituito dall’area fabbricabile (art. 9 del regolamento ICI). Unità immobiliari concesse in locazione in conformità agli accordi di cui all’art. 2, comma 3, legge 431/1998, e nelle quali il locatario ha stabilito la propria residenza (art. 7 del regolamento ICI). Per tale fattispecie non spetta l’esenzione prevista per l’abitazione principale.
  • 4,0 ‰ Per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale di categoria A/1, A/8 ed A/9 continua ad applicarsi l’aliquota agevolata e la detrazione comunale pari ad € 104,00. Tale aliquota e tale detrazione si applicano anche alle unità immobiliari di proprietà degli italiani residenti all’estero, purché non locate.
  • Esente ad esclusione delle abitazioni di categoria A/1, A/8 ed A/9

Unità immobiliari adibite ad abitazione principale da:

persone fisiche soggetti passivi

soci di Cooperative edilizie a proprietà indivisa

assegnatari di alloggi degli Istituti per le Case Popolari (ora ALER)

Unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in Istituto a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’unità immobiliare non risulti locata. Si considerano parti integranti dell’abitazione principale le sue pertinenze (art. 8 del regolamento ICI). L’abitazione del soggetto passivo, che a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio non risulta assegnatario della casa coniugale; a condizione che il soggetto passivo non sia titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato ad abitazione situato nel Comune di Lecco. Abitazioni concesse in comodato d’uso a parenti in linea retta di primo grado (genitori o figli), con scrittura privata registrata e nelle quali il parente abbia stabilito la propria residenza. Le condizioni devono sussistere nel corso dell’anno di imposizione (art. 6 del regolamento ICI).

Ravvedimento Ici

Quando parliamo di ravvedimento ici quello che comunemente intendiamo è il ravvedimento operoso sull’imposta comunale sull’immobile. Si tratta di un “ripristino della legalità violata” cioè un sottospecie di multa per la mancata diligenza dei nostri doveri verso lo Stato. Come pagare l’Ici, per esempio. Se non lo facciamo o non lo abbiamo fatto nel periodo corrispondente
possiamo ravvederci e regolarizzare gli errori o illeciti fiscali, versando -sempre entro il termine prescritto- l’importo del tributo che non abbiamo pagato. Purtroppo per noi dovuto al ritardo nel compiere con l’obbligazione dell’imposta ci sono da pagare anche gli interessi al tasso legale. Se l’infrazione è stata commessa dopo gennaio 2008 e prima di dicembre 2009 il tasso è del 3%. Se invece dobbiamo ravvederci dopo il 2010 il tasso è dell1%. Non finisce qui, c’è anche la sanzione certo. Ma in questo caso è ridotta perché da bravi cittadini ci siamo ravveduti è abbiamo dato a Cesare quel che è di Cesare.

copgif1_2010

Il Ravvedimento operoso, regolato dall’art. 13 del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472, è un istituto giuridico indirizzato al ripristino della legalità violata in campo amministrativo tributario da parte del contribuente che ha la possibilità di rimediare la sua posizione di difetto nei confronti del fisco. Mediante lo strumento del ravvedimento il contribuente può naturalmente disciplinare errori o illeciti fiscali, versando entro il termine prescritto, il tributo non pagato, una sanzione fissata in misura diminuita e gli interessi, che vengono computati  giorno per giorno sul tributo non versato al tasso legale, che a partire dal 1° gennaio 2011 all’1,5% in ragione d’anno. L’ammontare della sanzione cambia secondo la tempestività mediante la quale il contribuente ricorre a tale rimedio ma anche secondo la natura della violazione che è stata commessa.

ici-2

Bisogna anche dire che vi è una tipologia di ravvedimento breve che prevede che se il contribuente esegue il versamento con un ritardo non maggiore dei 30 giorni, questi, sarà tenuto a pagare una sanzione del2,5% dell’importo dell’imposta che forma oggetto del ravvedimento, oltre agli interessi computati che fanno riferimento al tasso legale che è in vigore. Per le infrazioni compiute dopo il 1° febbraio 2011, la Legge Finanziaria per il 2011 ha fissato che la sanzione vada su di 1/10 del minimo (ossia al 3%).Oltre ad un ravvedimento breve, vi è anche un ravvedimento lungo. I versamenti eseguiti con ritardo maggiore di trenta giorni, ma in ogni modo entro i termini di presentazione della dichiarazione che riguarda il periodo nel quale ha avuto luogo l’infrazione commessa da parte del contribuente inadempiente.

Per le infrazioni compiute dopo il 1° febbraio 2011, la Legge Finanziaria per il 2011 ha fissato che la sanzione vada su di 1/8 del minimo (vale a dire al 3,75%). Tale strumenti di conciliazione nel rapporto tra il contribuente e la pubblica amministrazione finanziaria può risultare importante alla luce di una lotta contro l’evasione fiscale che deve diventare sempre più ferrea se si vuole raggiungere l’obiettivo che qualche mese fa è stato annunciato dal governo e che prevede il raggiungimento del pareggio di bilancio entro il 2013. Pertanto, si ritiene che uno strumento del ravvedimento potrebbe consentire alle casse dello stato di ottenere delle maggiori entrate tributarie.

Ici Ravenna

Ici ravenna 2010

Entro il 16 dicembre deve essere versata la seconda rata dell’ ICI per l’anno 2010.
Gli Uffici di Ravenna Entrate sono a disposizione per qualsiasi assistenza al riguardo anche telefonicamente ai numeri 0544/424633-424634. ULTERIORI INFORMAZIONI
Anche quest’anno vale l’esenzione per l’abitazione principale e relative pertinenze. Fanno eccezione le abitazioni di “lusso”. 
Si precisa che le ALIQUOTE sono rimaste invariate rispetto all’anno 2008 e sono consultabili nella sezione ICI del sito internet di Ravenna Entrate S.p.A.
Il versamento deve essere eseguito in due rate:

  • La prima rata entro il 16/06/2010, pari al 50% dell’imposta dovuta calcolata sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente;
  • La seconda rata dal 1° al 16/12/2010, a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

Per i versamenti effettuati oltre la scadenza, l’utente può versare l’imposta in ravvedimento barrando la relativa casella.
Con il ravvedimento, oltre a versare l’imposta, occorre versare una sanzione ridotta e gli interessi legali del 3% annuale con maturazione giorno per giorno.
La sanzione dovuta è pari al 2,5% per i versamenti effettuati entro un mese dal termine di scadenza fissato, mentre è del 3% per i versamenti effettuati oltre un mese dalla scadenza fissata.

Ici Roma calcolo

Come si sa, ogni Comune applica aliquote diverse all’Ici, così come regole diverse. Quello che è uguale per tutti sono le date di scadenza, 16 giugno (prima rata o unica soluzione) e 16 dicembre (saldo).

In questo articolo vogliamo parlare del Ici Roma calcolo e prima di tutto vogliamo dirvi il numero di conto corrente dove effettuare il pagamento; esso corrisponde al numero 63139612 e va intestato a : Comune di Roma – Servizio ICI.

Dai a Cesare... Pick: www.bbc.co.uk

Dai a Cesare... Pick: www.bbc.co.uk

Continua a leggere Ici Roma calcolo…

Ici Reggio Emilia

Aliquota agevolata pari al 5,8 per mille per:

L’abitazione principale censita nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e per gli altri casi di immobili adibiti ad abitazione principale del proprietario per i quali non si applica l’esenzione dall’imposta, una autorimessa (C/6) o un posto auto (C/6 o C/7) e una cantina (C/2) o una soffitta (C/2) di pertinenza dell’abitazione principale. L’abitazione posseduta da italiano residente all’estero a condizione che essa rimanga vuota.

Property Taxes. Immagine: Harry Chen Thinks Aloud

Property Taxes. Immagine: Harry Chen Thinks Aloud

Continua a leggere Ici Reggio Emilia…

Ici lodi

In data 6/2/2010 il Consiglio Comunale ha adottato il nuovo Piano Generale del Governo che, agli effetti dell’I.C.I., risulta già efficace.
Piazza_duomo_lodi
Con deliberazione n. 70 del 29/3/2010 la Giunta Comunale ha approvato i nuovi valori delle aree in relazione al nuovo strumento urbanistico. Contestualmente è stata altresì approvata  la relativa relazione, direttamente consultabile su “Relazione per l’individuazione dei valori di riferimento delle aree fabbricabili nuovo PGT ai fini ICI”, nella quale sono indicate le modalità di determinazione di detti valori riepilogati in una apposita scheda.

Come già preannunciato l’efficacia del PGT decorre dal 6/2/2010 e conseguentemente da tale data  decorre la nuova imposizione secondo quanto previsto nel nuovo documento.

S’informa che gli uffici comunali hanno predisposto la comunicazione, ai sensi dell’art. 31, comma 20, della legge 27/12/2002 n. 289, per tutti proprietari di aree presenti nel territorio comunale ricomprese negli ambiti di trasformazione previsti dal PGT. La relativa spedizione sarà effettuata nel mese maggio 2010.

Ai fini del corretto adempimento tributario e per l’acquisizione di tutte le informazioni necessarie riguardanti la nuova definizione delle aree edificabili del Piano Generale di Governo, ogni utente interessato potrà accedere al ” Visore Web-Gis” che rappresenta il nuovo strumento a disposizione di tutti gli utenti, per la consultazione e interrogazione di dati grafici e alfanumerici delle particelle di area possedute e specificatamente:

_dati catastali ( posizione al catasto terreni);
_nuova identificazione all’interno del PGT  e relativa valutazione;
_cartografia e ortofotografia.

Per il primo accesso è necessaria la registrazione indicando la propria login e password personalizzata che si utilizzerà per l’accesso. Successivamente il sistema fornirà all’indirizzo di posta elettronica comunicato il link per il primo accesso. Per una adeguata assistenza all’utente vengono, inoltre, fornite le istruzioni per l’accesso che guideranno l’utente durante il  percorso di ricerca  e le eventuali specifiche per la risoluzione di alcuni problemi connesse al collegamento.

Ici Prato 2010

Secondo quanto comunica il comune di Prato l’ici di Prato 2010 è legato alle segunti aliquote contenute nel comunicato ufficiale:

Approvate a maggioranza in consiglio comunale le aliquote 2010 dell’addizionale comunale all’Irpef e dell’Ici,imposta comunale sugli immobili: entrambe rimarranno inalterate rispetto all’anno precedente.

L’aliquota di compartecipazione dell’addizionale Irpef è confermata nella misura dello 0,50 per cento.  Confermate anche le aliquote 2010 dell’Ici:

  • per le abitazioni principali nelle categorie A/1, A/8 e A/9 possedute da persone fisiche che hanno la residenza anagrafica nelle stesse,  l’aliquota rimane fissata al 6,2 (detrazione 250 euro);
  • stessa aliquota del 6,2 è confermata anche per tutti gli altri immobili ad esclusione degli alloggi non locati  da un periodo non superiore a due anni (per questi è prevista l’aliquota del 7) e  non locati da almeno 2 anni (in questo caso l’aliquota è del 9).

Le delibere con cui sono stati approvati i due provvedimenti costituiscono gli allegati al bilancio di previsione 2010

pprato

Ici Piacenza Scadenza Pagamento

La scadenza del pagamento ici per questa prima rata era:

ACCONTO:   entro il 16 giugno 2010  pari al 50% dell’imposta dovuta

SALDO: dal 1° al 16 dicembre 2010 I versamenti devono essere effettuati con arrotondamento all’Euro per difetto o per eccesso  se la frazione è inferiore o superiore a 49 centesimi:

  • utilizzando gli appositi bollettini intestati al n. di ccp 10207298 – ICI – SERVIZIO TESORERIA – 29100 PIACENZA,  presso gli sportelli della Tesoreria Comunale Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza senza addebito di spese e presso gli Uffici Postali e le Banche convenzionate
  • utilizzando il Modello F24
  • pagamento ONLINE senza oneri a carico del contribuente.

piacenza

Ici Piacenza Detrazioni

DETRAZIONE ABITAZIONE PRINCIPALE

limitatamente      – alle abitazioni  classificate come A1, A8 e A9

–  alle abitazioni dei cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato

EURO 103.30 detrazione ordinaria

EURO 154.94 per CATEGORIE PARTICOLARI in possesso della sola abitazione principale e garage:

1. PENSIONATI, di età superiore a 65 anni con solo reddito da pensione non superiore a Euro 7.230,40 (1 persona) oppure Euro 11.521,12 (2 o più persone)

2. FAMIGLIE di 5 o più persone, in possesso della sola abitazione e garage con imponibile IRPEF di Euro 25.822.84 più Euro 5.164,57 per ogni ulteriore componente

3. TITOLARI di assistenza sociale comunale in possesso della sola abitazione e garage

4. NUCLEI FAMILIARI con la presenza di portatori di handicap o con la presenza di un soggetto gravata da invalidità civile pari o superiore al 70% o con la presenza di un soggetto gravato da invalidità sul lavoro o di guerra o per servizio pari al 50% il cui reddito complessivo annuo imponibile ai fini IRPEF non sia superiore a Euro 25.882.84 I contribuenti che non hanno già segnalato il possesso dei requisiti necessari, dovranno   produrre autocertificazione entro la scadenza prevista per il pagamento del saldo (16 dicembre)

piacenza

Vuoi calcolare l'Ici del tuo immobile? Informarti con le ultime news di ICI Calcolo. Tutto quello che devi sapere su imposte e fisco.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia