Calcolo ICI Regione a Regione. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Calcolo ICI Regione a Regione’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Calcolo ICI Regione a Regione. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Le chiavi per la vittoria di Obama (seconda parte)

Gli elettori, con margini diversi, lo considerano un leader forte, più affidabile e più capace di Romney . Anche nella sezione dell’economia, la principale preoccupazione degli elettori e l’unico in cui il candidato repubblicano è stato un vantaggio per mesi, Obama ha eguagliato o superato di poco gli avversari negli ultimi minuti. E soprattutto era una domanda principale: chi crede di poter fare di più per te? Altri dati degni di nota da queste indagini: una maggioranza di stati chiave principalmente accusato George Bush per i problemi economici del paese e il 56% dello stato dell’Ohio applaudito la decisione del presidente per salvare l’industria automobilistica, che è stato criticato da Romney. “Tu mi conosci, sai chi sono io,” Obama ha insistito nei suoi discorsi recenti. La gente sa, più o meno, cosa aspettarsi da Obama, quali sono i tuoi punti di forza e quali i loro difetti. Sanno che hanno lavorato duramente per migliorare la situazione economica, anche se è solo in parte riuscito.

Sanno che è un uomo onesto, che non darà luogo alla corruzione e scandali. In tale, Romney è l’incarnazione di incertezza. Credere sempre fluttuante, era impossibile prevedere quale sarebbe Romney alla Casa Bianca, se il primario estremista o moderata campagna presidenziale. Nel sistema politico americano, l’elezione è il destino naturale di un presidente. Negli ultimi cinquanta anni, solo Jimmy Carter e George Bush padre non riuscì, e in circostanze molto particolari. La sconfitta di Obama sarebbe stato un vero e proprio shock, in particolare di essere il primo presidente afro-americano della storia. È necessario frequentare buone ragioni per cui gli americani non danno il loro presidente una seconda possibilità. Un fallimento suono internazionale, una visione decadente economica o un candidato dell’opposizione brillante può essere la ragione per questo. Nessuna di queste circostanze esisteva in questo caso. Americani si sentono protetti dal suo comandante, sostenere la sua azione nel mondo e sono preoccupati, ma ottimista per la direzione dell’economia. Infine, con l’avvertenza che, con il 2% di voti in senso contrario, l’analisi sarebbe stata diversa, Obama ha offerto un volto che assomiglia di più gli Stati Uniti di oggi. Come dimostra la legalizzazione della marijuana o il matrimonio gay in alcuni stati, come prova, in particolare la maggiore partecipazione dei latinos, questo è un paese che sta cambiando in una direzione diversa da quella di spostare il partito repubblicano.

Poco dopo le 01:00 a Boston, il candidato repubblicano, Mitt Romney, che in precedenza aveva telefonato Obama per congratularmi con lui per la sua vittoria, pubblicamente accettato la sconfitta . Romney ha detto che la vittoria del suo rivale è “in un momento di grande sfida per l’America”, così abbiamo deciso di “fortuna alla guida della nazione.” Obama ha vinto la rielezione con la sua vittoria nella maggior parte degli Stati a battente, tra cui Florida, che garantisce una maggioranza più ampia del previsto, Ohio e Virginia, ma dopo aver finito il conteggio, e che il presidente aveva assicurato la loro vittoria.

L’unanimità delle comunità per chiedere un affare migliore del disavanzo (3°parte)

Nel frattempo, Lopez impegnata aumentare le tasse a chi ha di più, a partire dal molto ricco. Infine, il basco Presidente ha espresso il suo disaccordo con la ri-centralizzazione dei poteri, che per decreto legge viene presa in considerazione nella pratica. “Io sono il primo a riconoscere che dobbiamo ottimizzare i servizi pubblici e ottenere un risparmio della spesa pubblica, ma non limitando la nostra capacità di auto-governo”, ha sostenuto. Erano le nove 25 del mattino, quando ha fatto il suo ingresso nella Marina Piazza di Spagna a Madrid, dove la sede del Senato, il veicolo del re. Il monarca arrivato alla V Conferenza dei presidenti accompagnato il Principe delle Asturie ed è stato accolto alla porta del palazzo da parte del presidente del Senato, Pio Garcia Escudero (PP) e il primo ministro, Mariano Rajoy. Dalle otto del mattino, il Senato aveva ricevuto uno ad uno per i 17 presidenti regionali più le città autonome di Ceuta e Melilla. Il primo ad arrivare è stato il presidente della Comunidad Valenciana, Alberto Fabra (PP), l’ultimo, quello della Catalogna, Artur Ma s (CiU), che è appunto una delle stelle del suo recente promessa di convocare una consultazione sull’indipendenza della loro regione autonoma. Dietro di loro, i membri del governo, con il vice presidente, Soraya Sáenz de Santamaría. In attesa, alcuni presidenti parlavano animatamente. Ma chiacchierato con lehendakari, Patxi Lopez, che era alla sua destra, ma anche con il presidente del governo regionale, Alberto Nunez Feijoo, alla sua sinistra. Mentre, ha aggiunto, è lasciato “nel aperto al pubblico e alla produttività, tagliando tutti traccia di investimenti pubblici. ” Lopez ha anche proposto una riforma fiscale “in profondità” che porta la Spagna al carico fiscale medio europeo.

Sembrava molto vivace il nuovo presidente di Madrid, Ignacio Gonzalez, che ha fatto il suo debutto nel conclave. Don Juan Carlos è stato salutato uno ad uno per i presidenti e per stringere la mano con i dirigenti della Regione di Murcia, Ramón Luis Valcárcel (PP), e Andalusia, José Antonio Grin (PSOE), ha chiesto per gli effetti dell’acqua becco che Venerdì scorso inondato gran parte della loro comunità e lasciato 10 morti, ha informato EFE. L’raccolto solo pochi minuti per godere di una colazione informale nella biblioteca del Senato, per una volta, hanno cominciato a registrare per la foto ufficiale in occasione dell’ultimo vertice, c’erano solo tre donne nel corso della riunione: il vice primo ministro Maria Teresa Fernandez de la Vega (PSOE), il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Elena Salgado (PSOE), e il Presidente di Madrid, Esperanza Aguirre (PP). Questa volta, oltre al vice presidente, Soraya Sáenz de Santamaría (PP), tre presidenti di regioni, di Castilla-La Mancha, Dolores Cospedal (PP), l’Aragona, Luisa Fernanda Rudi (PP), e Navarra Yolanda Barcina (UPN). Poco dopo, si strappò il dibattito, che masticava la tensione tra alcuni presidenti regionali. Hanno ricevuto un documento di base del governo, su cui il dibattito si è concentrato, e il cui contenuto non sono stati riportati in precedenza. Come hanno finito gli ultimi bagliori di fotografi e telecamere, è stato dimostrato come il presidente catalana, Artur Mas, seduto accanto al vice presidente, Soraya Sáenz de Santamaría, si è lamentato di alcuni punti del documento.

Bruxelles vuole dare alla Banca centrale europea il potere di concedere licenze bancarie

Quindi, non più i regolatori bancari degli 17 paesi membri della zona euro che i chip offrono istituti bancari, ma solo la Banca centrale europea (BCE), che può anche decidere quindi se rimosso. “Dare una licenza bancaria è una decisione fondamentale per la stabilità finanziaria”, hanno detto le fonti. Tuttavia, le autorità di regolamentazione dei paesi membri della zona euro manterrà la facoltà di chiudere o non è una banca, la Commissione europea ha detto oggi durante il briefing quotidiano. Questo sarà uno degli elementi della proposta che la Commissione europea presenterà il giorno successivo 12 per creare, nei primi mesi del 2013, un supervisore unico bancario e aprire la strada a ricapitalizzazione banca diretta, come concordato al vertice di giugno . La BCE avrà “plenarie” poteri di vigilanza su tutte le questioni relative alla stabilità finanziaria, mentre le autorità di vigilanza nazionali funziona quando “elaborare e attuare” misure, ha detto il portavoce UE Mercato interno e servizi finanziari, Stefaan De Rynck. L’istituzione monetaria, con sede a Francoforte sul Meno (Germania), supervisionerà le oltre 6.000 banche e casse di risparmio nella zona euro, ma il compito di vigilare e verificare giornalmente “tipi di entità varia.

” Le autorità nazionali competenti restano responsabili della supervisione aree indipendenti per la stabilità finanziaria, come la tutela dei consumatori o servizi di pagamento ha detto De Rynck, e hanno anche un ruolo guida sui regolamenti bancari. Questa misura ha lo dichiara esplicitamente la Bundesbank, il cui presidente, Jens Weidmann, ha ripetuto insistenza sul fatto che tali procedimenti al di là del mandato della BCE e sono molto vicino a un finanziamento di Stati membri, che vieta il trattato dell’Unione europea.Egli disse: “finché non si crea una sola autorità insediamento europeo che può anche contare su un unico fondo finanziato risolvendo il sistema finanziario stesso, il potere di liquidazione resterà nelle mani delle autorità nazionali.” “Ovviamente ci deve essere uno stretto collegamento tra l’autorità di vigilanza bancaria e solo un’eventuale decisione su una soluzione”, ha detto. Nonostante l’opposizione della Bundesbank Weidmann , Merkel e il ministro Schäuble hanno espresso il loro sostegno al progetto Draghi per settimane.Ha detto a questo proposito che, se rilevato una violazione dei requisiti patrimoniali, per esempio, e rischi per la redditività di una banca particolare può ricorrere a misure di regolamentazione come intervento precoce per l’entità in questione diventa vitale e più avere finanze solide. Commissario europeo per il Mercato interno e servizi finanziari, Michel Barnier, ha rivelato oggi sul quotidiano tedesco “Süddeutsche Zeitung”, che la vigilanza bancaria verrà introdotto a tappe. In particolare, come dal 1 ° gennaio 2013 sarà controllata centralmente tutte quelle banche che sono supportati dai fondi di salvataggio dal 1 ° luglio sarà ulteriormente monitorato tutte le grandi istituzioni di importanza sistemica e dal gennaio 2014 tutte le delle banche, ha detto. Dopo aver commentato che i paesi dell’Unione europea che non fanno parte dell’Istituto monetario europeo ancora da aggiungere a tale controllo volontariamente, Barnier ha respinto la domanda tedesca che il monitoraggio riguarda solo le grandi banche, i più rilevanti per il sistema finanziario.

L’ottimismo dei mercati dopo l’asta di lettere in attesa della BCE (2°parte)

Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese François Hollande, si incontrano a Berlino il Giovedi e sia tenere incontri separati con il primo ministro greco, Antonis Samaras, la fine della settimana. Il governo greco si attende di ottenere qualche concessione da parte dei creditori internazionali che hanno prestato i soldi ai suoi risparmi secondo (UE, FMI e BCE, la cosiddetta troika ) durante i negoziati del nuovo piano di risanamento dei conti pubblici per un importo di 11.500 milioni di euro nei prossimi due anni. Si tratta probabilmente di una riduzione del tasso di interesse sui prestiti o un rinvio della rimozione. Il Tesoro spagnolo ha beneficiato del rilassamento della pressione sul mercato secondario dei titoli di Stato, in particolare le scadenze più brevi.

I rendimenti dei titoli a due anni è venuto a salire al 7,147% il 25 luglio, ma da allora è sceso a livelli che avevano recuperato a maggio. Oggi si è connessi al 3,585% e ha perso fino al 3,45% dopo aver appreso l’ esito dell’asta, che ha portato al collocamento di 4,515 milioni di euro, con un interesse marginale del 3,20% e 3,45% a 12 e 18 mesi , rispettivamente. Il Tesoro spera di inserire tra 3.500 e 4.000 milioni di euro. Alla fine della giornata, il tipo di due anni debito spagnolo pari a 3,482%. Allo stesso tempo, la redditività di titoli sovrani tedeschi della stessa scadenza è positivo per la prima volta in cinque settimane ha colpito un alto di 0,017% a 0,006% resa alla fine della giornata. Dall’inizio del mese di luglio, l’acquisto cumulativo di questi prodotti, considerato un rifugio dal rischio di spagnolo o italiano debito sovrano, è tale che gli investitori, piuttosto che fare i soldi, sono stati disposti a pagare in cambio per la pace della mente investire in attività più solventi. Il posizionamento finale delle lettere spagnole ai periodi di 12 e 18 mesi è svolto lo scorso 17 luglio e fu il primo, dopo le misure annunciate dal governo per salvare 65.000 milioni di euro in due anni. Il Tesoro e poi superato il volume massimo previsto e ha emesso 3.561 milioni di euro. Anche in grado di ridurre il costo del collocamento sul precedente asta: i titoli a 12 mesi pagato un interesse marginale del 3,99% (3,918% medio) e 18 mesi un marginale 4,35% (4,242% medio). Quel giorno, i due anni di costo del debito ha raggiunto il 4,8% sul mercato secondario. Il Tesoro ha già emesso 72,2% (62.016 milioni di euro) della emissioni lorde di debito a lungo termine previsto per l’intero esercizio (85.900 milioni di euro), con un costo medio del 31 luglio 2012 3, 43%, inferiore al 3,90% con chiuso 2011. L’asta debt prossima è prevista per il 28 agosto in questo caso i punti a 3 e 6 mesi.

L’ottimismo dei mercati dopo l’asta di lettere in attesa della BCE

I mercati concluso la sessione con un rinnovato ottimismo che la crisi del debito sovrano europeo si risolverà prima o poi, con una dichiarazione da parte della Banca centrale europea (BCE). Un’altra cosa è la forma e le condizioni, infine, eseguire l’azione, che porterà ad una qualche forma di acquisto di obbligazioni da determinare. La soluzione non sarà facile, dal momento che questa misura deve superare la resistenza, anche in Europa, la Bundesbank, che ieri tornato in onda la sua riluttanza. In Spagna, gli investitori hanno vissuto una giornata caratterizzata da un asta di buoni del Tesoro che si è conclusa con il collocamento di titoli comodo aa 12 e 18 mesi, per un importo di 4,515 milioni di euro, ad un costo inferiore rispetto al numero precedente agli stessi termini. Il Dow Jones ha iniziato la giornata con un lieve incremento dello 0,1% che ha ampliato a 1,19% in mattinata. All’atto dell’emissione di lettere, tuttavia, il progresso è stato tagliato per portare la bandiera alla zona rossa. Dopo aver lasciato a 0,52% nel pomeriggio, due ore di chiusura ha lanciato una rimonta che ha posto per chiudere a 7544.5 punti, con un incremento dell’1%. Le imprese edili e infrastrutture mantenere l’indicatore di momentum, dopo l’annuncio della scorsa settimana di un piano di investimenti in Brasile per costruire strade e ferrovie per un importo di 133.000 milioni di reais (53,520 milioni di euro) nel paese. Acciona (+7,36%), Abengoa (+6,7%), GIORNO (+4,91%) e Inditex (+3,72%) sono registrati i maggiori profitti, mentre Endesa (-2,25%) Indra (-2,18%) e Mapfre (-2,02%), guidare i cali.

I progressi nella società attive nelle energie rinnovabili, come Acciona e Abengoa, sono state rafforzate oggi dopo le dichiarazioni del ministro delle finanze Bloomberg Cristobal Montoro, che mette in discussione la riforma energetica che apre il Ministero Industria, José Manuel Soria, e che include l’imposizione di nuove tasse per queste imprese. “L’abbiamo opposto dal primo minuto”, ha detto Montoro, dopo sostenendo che la misura è discriminatoria e creare problemi legali. Il premio di rischio (rendimento in eccesso richiesta dei titoli spagnoli a 10 anni rispetto equivalente tedesco) è venuto a cadere a 462 punti base (4,62 punti percentuali), dopo aver iniziato nel 477, e chiuso il giorno 465. Il tasso a 10 anni nel mercato secondario del debito è sceso a un minimo di 6,177%, per concludere la giornata al 6,211%. Il premio di rischio italiano è sceso a 410 punti dopo aver chiuso ieri a 426. Nel resto d’Europa, le principali borse hanno chiuso con guadagni minori, sostenuta dalle aspettative che i dati economici degli Stati Uniti che verranno rilasciati questa settimana sarà positivo (gli acquisti di abitazioni e gli ordini industriali) e che i leader europei saranno in grado avanzare nel processo doloroso di risolvere la crisi del debito sovrano, con un fitto calendario di incontri di diplomazia economica. Londra ha registrato un aumento del 0,57%, Parigi ha guadagnato 0,94%, 0,79% Francoforte e Milano del 2,4%. Il primo ministro lussemburghese Jean-Claude Juncker, Presidente dell’Eurogruppo (ministri delle finanze dei paesi che condividono l’euro), visitare la Grecia domani.

La “bad bank” entra in gioco (3°parte)

Oliver Wyman credeva anche che le banche spagnole nascondere parte del credito legata al mattone. “I casi che sono noti suggeriscono che porzioni significative di finanziamenti per lo sviluppo immobiliare e delle costruzioni sono stati erroneamente classificati come tendenze di credito aziendali,” preso atto della relazione del consulente. L’industria sta iniziando a essere riclassificati come crediti in sofferenza molti. Gli ultimi dati di delinquenza, di giugno, proprio il mese che il governo ha chiesto il salvataggio delle banche, ha battuto il record di tutte le serie statistiche della Banca di Spagna, che inizia nel 1962. Gli arretrati sono cresciuti dal 8,9% al 9,4% del totale dei crediti in un mese, a 8.387 milioni di euro emergere difficilmente recuperare. Né è del tutto chiaro che le risorse raggiungere riconquistare gli enti pubblici devono scontare il valore dei loro attivi perso danneggiato. Lo Stato avrà successo se la bad bank vende beni ad almeno lo stesso prezzo che ha comprato. Pertanto, come nel caso irlandese, si parla di un periodo di tempo per rimborsare i prestiti e immobili per circa 10 anni, ma nessuno osa dell’industria mattoni di prevedere quando i prezzi si riprenderà. Santiago Carbo, Professore di Economia e delle Finanze, Bangor Business School e direttore della Fondazione Studi finanziario delle Casse di Risparmio (Func), andare duro per le attività bancarie cattivi liquidato raggiunge recuperare i soldi dei contribuenti. “E ‘stato lento a lanciare questo tipo di gestione e in questo periodo il valore dei crediti e immobili si è deteriorata molto”, in modo che le vendite subiscano perdite. E il mercato è spinosa. Le scorte di case di nuova costruzione sono bloccati in 818 000 unità, con i dati di settembre 2011, secondo il servizio di ricerca di Caixa Catalunya. Gli ultimi dati forniti dal governo, luglio 2011, si è attestato a 687.523 proprietà eccezionale trovare un acquirente. Con previsioni economiche che si estendono al 2013 recessione e scarsa crescita nel 2014, non prevede l’acquisto di baldoria senza un drastico calo dei prezzi. Circa il 25% di tutto il portafoglio di case in vendita si riferisce al settore bancario, secondo le stime di José García Montalvo, professore di economia presso l’Università Pompeu Fabra, un esperto nel settore immobiliare.

“Ora il mercato sta cominciando a muoversi rapidamente per l’incremento dei fondi [che gli enti richiesti dal decreto febbraio a farlo coprire il rischio di insolvenza sui mutui legati al mattone],” dice, ma avverte che in Irlanda avevano torto perché erano molto ottimista sui prezzi: “Hanno pensato che sarebbe ben presto risalire e, invece, è sceso molto di più.” Anche così, il gestore è riuscito a chiudere l’esercizio con un utile netto di 247 milioni. Le banche spagnole senza aiuti di Stato devono anche consegnare i veicoli di gestione del risparmio ai sensi del decreto che il governo ha approvato a maggio, ma con obblighi diversi. Il prezzo fissato dalla banca di vendere i beni male avrà anche effetti sulla salute chiamata banche, uno che non ha bisogno di sostegno. “Il volume degli enti transazioni condotte necessarie per trasferire i propri beni al veicolo di asset management è molto importante, per cui vi è il rischio che le condizioni di tali operazioni contaminare valutazioni delle attività future che in ogni caso deve procedere in individuale “, ha detto Uriah.

La “bad bank” entra in gioco

Alan Ahearne continua a ripetere dall’altra parte del telefono: “Bisogna essere realistici.” E ‘l’unico consiglio che osa dare l’economista Bruegel Institute e consulente Spagna per l’ex ministro delle Finanze irlandese Brian Lenihan, che hanno favorito la creazione della banca irlandese male nel dicembre 2009 e la ristrutturazione Teuteló finanziario del paese. Il NAMA chiamata (acronimo per l’agenzia che ha acquistato le attività di banche irlandesi danneggiati) ingerite circa 74.000 milioni di euro in prestiti a uno sconto medio del 58%, ma ancora sono venute meno in quanto i prezzi sono scesi di oltre il 60 % rispetto ai picchi del 2007. La Spagna ha ceduto a Bruxelles e ha rotto il tabù, un altro, in questo episodio della crisi: creare una società di gestione (colloquialmente, una bad bank) che le attività di gruppi di banche con gergo aiuto finanziario pubblico chiamato problematico o tossici , ovvero la rilevazione difficile o rischioso, quasi tutti legati alla scoppio della bolla immobiliare. “E ‘fantastico per separare i sani dai credito danneggiato, ma lo sconto che si applica ai prestiti immobiliari devono essere realistici”, ricorda Ahearne. “Se i prezzi sono diminuiti in percentuale, per quanto elevato, si esprimono, e se ci sono perdite di grandi dimensioni, le banche devono ricapitalizzare.” Il problema in Spagna è che nessuno sa che cosa è inutile.

Il governo ha dovuto chiedere ai suoi partner della zona euro uno di fino a 100.000 miliardi di salvataggio per il settore finanziario, che è afflitto campo per i soggetti beneficiari di assistenza pubblica: tutti dovranno trasferire i beni tossici alla bad bank. A quale prezzo? Si tratta di una questione fondamentale. I fogli bilanci delle banche non hanno ancora recepito l’ammortamento dei beni sul mercato: si parla di uno sconto fino al 60% del valore originario, e hanno coperto le entità con le forniture di circa il 35% in media. Spostare valori correnti di mercato ai conti degli enti creerebbe un buco significativa nel capitale e mettere in imbarazzo molti di loro, in modo che il protocollo d’intesa (MOU iniziali) che l’Europa ha firmato con la Spagna spera il trasferimento di attività a qualcosa di etereo e di gas come il prezzo di mercato a lungo termine. La metodologia di calcolo che sulla base delle prove di stress per le banche e il risparmio che si concluderà nel mese di settembre. “Che circa il 25% di differenza tra riconosciuta dalle banche e il prezzo di mercato è quello che molte entità avrà bisogno del sostegno pubblico, e quelli il contribuente deve sopportare il male se la banca non riesce a recuperare le vendite mercato “, spiega una delle aziende che hanno verificato i il settore. La filosofia di una bad bank è: credito danneggiato necessario per ripulire il settore finanziario e viene venduto sul mercato, al fine di recuperare il denaro pubblico. Da allora non più definita. Per cominciare, si decide quale forma giuridica di questo strumento, e chi lo gestisce, e che tipo di attività incluse. Although legato al credito brick massa (problematici e immobili) è la più rilevante, Bruxelles sostiene anche che incorporano loans di gestione, anche se non connessi ai promotori, frutto di rischio, come quelli concessi alle imprese in altri settori o mutui ipotecari a privati.

Obama, sostenitore della stabilità di Holland nell’ area dell’ euro

Presidente degli Stati Uniti e il suo omologo francese, ha avuto colloqui sul destino dell’Europa durante una conversazione telefonica. In precedenza, il FMI aveva espresso preoccupazione per l’evoluzione della crisi.

Crescita e stabilità per l’area dell’euro. Questo è il desiderio comune espresso il Mercoledì i presidenti francese, Francois Hollande , e American B arak Obama . I due leader “ha avuto uno scambio sulla situazione economica internazionale e hanno espresso il loro interesse comune per la crescita dell’Europa e la stabilità nella zona euro, per la ripresa dell’attività economica mondiale”, ha detto l’Elysee in un comunicato. Secondo la presidenza francese, Francois Hollande “, ha sottolineato la volontà della Francia di attuare, con i partner dell’Unione europea, le decisioni prese dal Consiglio europeo del 28 e 29 giugno. Apparecchi e strumenti previsti per questa opportunità deve essere disponibile il più presto possibile “, dice la nota.

Prova di preoccupazione degli Stati Uniti, il segretario Usa al Tesoro Timothy Geithner ha avuto una conversazione telefonica sulla situazione nella zona euro con il Ministro francese dell’Economia e delle Finanze, Pierre Moscovici, nei primi mesi del settimane. I due uomini avevano discusso le attuali sforzi da parte dell’Europa per garantire la stabilità finanziaria e incoraggiare la ripresa della zona euro .

Il FMI è preoccupato

All’inizio della serata, il direttore esecutivo del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde , ha dichiarato la sua preoccupazione per la salute dell’economia globale. Nel corso di una conferenza stampa a Washington, ha detto che ha osservato “chiaramente al momento una perdita di fiducia che è alimentata da una combinazione di indicatori economici e poveri di reazione degli investitori a questa situazione.” In Focus: l’area dell’euro. Il direttore del Fondo Monetario Internazionale ha parlato di “dubbi” circa la capacità dei leader europei per attuare le decisioni a cui sono sostenuti. Per quanto riguarda la Grecia , Christine Lagarde ha ribadito la sua intenzione di “mai” lasciare il tavolo delle trattative. Gli esperti della troika (di cui il Fondo monetario internazionale insieme con la BCE e dell’UE), in visita alla settimana scorsa ad Atene , invitando la coalizione greca governo guidato dal primo ministro Antonis Samaras , per condurre una nuove misure di austerità di 11,5 miliardi di euro per il 2013 e il 2014 per l’arretrato. Il pagamento della quota di prestito prevista per luglio è appena stata fatta e il paese è a corto di soldi. FMI promette di essere ancora più “esigenti” con le autorità greche riguardanti le riforme attese in cambio del suo salvataggio finanziario.

Domande sul “futuro economico” degli Stati Uniti

Ma la preoccupazione di Christine Lagarde ha inoltre discusso i rischi per gli Stati Uniti, minacciati da una impasse bilancio se un accordo con il Congresso non si trova entro la fine dell’anno. “Ci sono domande importanti circa il futuro economico degli Stati Uniti”, ha detto. “Misure forti devono essere discusso e approvato, e non è ancora il caso.” Il regista ha preso quelle parole anche se la Federal Reserve ( Fed ) il Mercoledì ha presentato la sua strategia per sostenere l’economia degli Stati Uniti. Commentando lo scandalo del Libor , il direttore del FMI ha detto che spera che il caso favorisce la creazione di una migliore regolamentazione globale del settore finanziario. “Più di tre anni dopo i massicci sforzi per riformare la regolamentazione finanziaria, questa riforma non è finito, lontano da esso. C’è molto da fare “, ha detto.

Ridurre il deficit al 3% nel 2013 sarà difficile

L’aggravarsi della crisi in Europa fa più complicata la chiusura del bilancio francese per il 2012 e il 2013. L’equazione di bilancio è complicato da Bercy . Durante la campagna elettorale, Francois Hollande promesso di portare il deficit pubblico al 4,5% del PIL nel 2012 e del 3% nel 2013. Aveva, in questo, ancora una volta proprio l’impegno presentato a Bruxelles dal precedente governo Fillon. Ma giorno dopo giorno, questo obiettivo è complicato. Secondo le informazioni del BFM, la Francia potrebbe essere costretta, seguendo le leggi , a chiedere ai suoi partner europei per estendere di un anno il tempo per tornare al 3%. Fermamente negata dal Ministero delle Finanze, che ha chiamato la sua “bugia”, questa voce non è meno rivelatore delle difficoltà attuali. L’aggravarsi della crisi scuote le previsioni di crescita fino europei anche nel 2012, lo stato si troveranno ad affrontare una perdita eccezionale di 4,3 miliardi relativi ad una causa persa dalla IRS. Al punto che il nuovo ministro delle finanze, Pierre Moscovici, ha ammesso la scorsa settimana che il deficit era di quest’anno una tendenza al 5%. Torna al 4,5% significa quindi trovare 10 miliardi più del previsto: è compito delle squadre che preparano Bercy bilancio rettificativo per il 2012, che sarà presentata nel mese di luglio.

La sfocatura sulla spesa

La vera sfida, tuttavia, riguarda il 2013. La previsione, fatta da Francis Holland durante la campagna della crescita economica al 1,7% il prossimo anno, ora sembra irrealistico. L’OCSE progetti di crescita del PIL del 1,2%, la Commissione di Bruxelles del 1,3%. Economisti privati sono ancora più pessimista. “Ci aspettiamo una crescita dello 0,5% nel 2013. Questo significa che per raggiungere il disavanzo del 3% richiederà 18 miliardi sforzo finanziario in aggiunta a quanto previsto nel programma Paesi Bassi “, ha detto Michael Martinez, un economista di Societe Generale. Questo programma era già pesante per l’aumento di 45 miliardi contribuente fiscale. E ‘probabile quindi che supera il 60 miliardi di euro. A meno che il governo cambia idea e ha optato per il risparmio sulla spesa pubblica, come sostenuto dalla Commissione europea e la Corte dei conti. “Contenimento della spesa meno dannosa per la crescita di aumento delle imposte nettamente”, ha detto Michael Martinez. Ma mantenere l’attività è cruciale. “Dobbiamo evitare a tutti i costi che l’inasprimento fiscale non fare rock la recessione in Francia, un circolo vizioso in greco”, avverte Mathieu Plane, un economista OFCE. Per ora, il governo sembra molto Ayrault favorire economie di spesa contro l’aumento delle imposte. Si rifiuta perfino di rivelare in che modo intende limitare la crescita della spesa pubblica all’1% all’anno, come previsto dal programma di Olanda. L’esecutivo si nasconde dietro l’audit della Corte dei conti, che verrà pubblicato a fine giugno. Tuttavia, Bercy comincia a rendersi conto che l’imposta unica pozione potrebbe essere pericoloso. Per prova, Laurence Parisot, presidente del MEDEF , Lunedi ha suggerito che il governo avrebbe riconsiderare il suo piano di aumentare la EACV, una tassa che sostituisce la tassa professionale, “perché non è il momento di indebolire il tessuto economia “. Verdetto dopo le elezioni generali.

ama l’Europa presenta un piano immediato per la salvezza dell’euro

Barack Obama ha ricevuto da parte dei leader europei che si sono incontrati Martedì nei G-20 garantisce che nei prossimi giorni, probabilmente nel prossimo Consiglio europeo, annuncerà un piano globale per affrontare la crisi dell’euro, comprese le misure per l’unificazione delle imposte e altro stimolo alla crescita economica, come risulta dalle dichiarazioni fatte da alti funzionari degli Stati Uniti a Los Cabos. Il presidente degli Stati Uniti, secondo queste fonti, ascoltato dettagli precisi di tale piano, che considerava abbastanza forti da restituire immediatamente la calma sui mercati. L’incontro del presidente americano con i colleghi di Germania, Francia, Italia e Spagna, che hanno aderito il Regno Unito, anche se questo paese non appartiene alla zona euro, che avviene il Lunedi, solo tenuta con il cancelliere tedesco Angela Merkel parte, e degli sforzi di Obama per far precipitare una forte reazione europea alla continua perdita di fiducia del mercato nel futuro dell’euro. Alti funzionari americani hanno spiegato che, nel corso di questi incontri, i leader europei hanno promesso di agire su tre fronti contemporaneamente: la progettazione di un percorso di unione fiscale per completare l’unione monetaria, sostegno specifico ai paesi più minacciati, come la Spagna e l’Italia, e l’adozione di un progetto di investimento per rilanciare l’economia e creare posti di lavoro. Come un alto funzionario Usa ha detto dopo l’incontro di Obama con gli europei “, Germania e altri paesi europei qui rappresentati capire come grave, come grave è la sfida ora, e sanno che stanno per avere a che fare di più “. “Quello che stanno facendo”, ha aggiunto, “è quello di sviluppare gli elementi di una strategia efficace, e per questo la strategia di lavoro, deve avere due parti principali.

A breve termine di crescita e di misure di austerità nel lungo termine”. La fonte ha espresso fiducia che i dettagli di queste misure saranno annunciati a breve e sarà sufficientemente chiaro e forte abbastanza per riportare la calma sui mercati. “Il quadro che stiamo sviluppando, come lo descrivono, è una risposta molto più forte che abbiamo visto finora”, ha detto. Il segretario del Tesoro, Lael Brainard, aveva detto prima che il piano esposto negli Stati Uniti dai leader europei è “una maggiore integrazione, condivisione di rischi bancari, creare fasce tagliafuoco per aiutare i paesi che stanno riformando e riconoscere l’importanza critica di promuovere domanda e la creazione di posti di lavoro “. Funzionari degli Stati Uniti dicono che Angela Merkel è consapevole del grado di allarme che esiste per il deterioramento dell’economia globale in questo momento e condividere la necessità di un’azione urgente per la crescita. “Abbiamo sentito un impegno (i tedeschi) per dare un contenuto molto specifico (dare carne alle ossa, con le parole in inglese) immediatamente le idee di cui abbiamo parlato”, dicono le fonti.

Un piano che include Merkel e Hollande

Ci può trovarsi la novità principale delle proposte che gli europei sono stati trasmessi al Presidente degli Stati Uniti: la possibilità che, finalmente, è riuscito a mettere insieme un piano specifico che include gli investimenti sostenuto dal presidente francese, Francois Hollande , tra gli altri, a conferma della mentre la politica promossa finora dal Merkel e raccogliendo alcune delle loro richieste, come ad esempio l’unificazione fiscale.

Vuoi calcolare l'Ici del tuo immobile? Informarti con le ultime news di ICI Calcolo. Tutto quello che devi sapere su imposte e fisco.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia