Emiglia Romagna. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Emiglia Romagna’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Emiglia Romagna. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Ici Modena

Le aliquote Ici del comune di Modena sono fisse dal 2008 e possono elencarsi nel modo seguente. Leggete anche le esenzioni ici comune di Modena.

modena

1) Aliquota 5,2 per mille: per l’unità immobiliare (A/1,A/8,A/9) adibita ad abitazione principale, comprese le pertinenze; per l’ alloggio destinato ad abitazione principale e relative pertinenze, in proprietà dei cittadini italiani residenti all’estero (iscritti A.I.R.E.), a condizione che lo stesso non sia locato.

Si considerano pertinenze:

il garage o posto auto, la soffitta, la cantina e la tettoia classificati o classificabili alle categorie catastali C/6, C/2 e C/7, che siano destinate ed effettivamente utilizzate in modo durevole a servizio dell’abitazione principale, anche se non ubicate nello stesso complesso immobiliare ove è sita l’abitazione principale, a condizione che il proprietario della stessa sia anche proprietario dell’unità pertinenziale.

Si applica la detrazione di legge di € 103,29 per l’ unità immobiliare adibita ad abitazione principale.

Se la detrazione supera l’imposta dovuta per l’abitazione principale, la parte rimanente va “scontata” dall’imposta dovuta per le relative pertinenze. L’importo per le pertinenze va riportato nel rigo “ALTRI FABBRICATI”

2) Aliquota 2 per mille: per gli alloggi e relative pertinenze, locati a titolo di abitazione principale, secondo i patti concordati della Legge 431/1998 art. 2 comma 3.

3) Aliquota 2 per mille: per gli alloggi e relative pertinenze, locati dall’anno 2009 e con durata di almeno 12 mesi a studenti fuori sede, ai sensi della Legge 431/1998 art. 5, comma 2.

4) Esenzione: per gli alloggi affittati al Comune nell’ambito del Servizio “Agenzia Casa” secondo i patti concordati.

5) Aliquota 9 per mille: per gli alloggi sfitti da almeno due anni.

NOTA: per appartamenti sfitti devono intendersi quelli non occupati oppure occupati ma privi di contratto di locazione registrato. Non sono considerati sfitti – e pertanto si applica l’aliquota del 7 per mille – gli appartamenti concessi in comodato o utilizzati esclusivamente da parenti fino al terzo grado che risultano ivi residenti, oppure occupati direttamente dal proprietario non residente.

6) Aliquota 7 per mille: per tutti gli altri immobili.

Ici esenzioni Modena

Dall’anno 2008 sono esenti dall’Ici e il pagamento non è dovuto per:

  • l’alloggio e relative pertinenze dove il proprietario o titolare di diritti reali di godimento, ha la sua residenza anagrafica (esclusi A1/, A/8 e A/9);
  • gli alloggi e relative pertinenze concessi in uso gratuito al beneficiario che deve possedere contestualmente i seguenti requisiti:

modena

1) parente in linea retta fino al 1° grado (genitori/figli)
2) residente anagraficamente nell’alloggio in uso
3) non titolare di diritti reali né in quota né in nuda proprietà su alloggi nel Comune di Modena;

  • l’alloggio e relative pertinenze di proprietà di anziani o disabili che, a seguito di ricovero permanente, acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari, a condizione che l’abitazione non sia data in locazione a terzi;
  • gli alloggi (e pertinenze) delle cooperative edilizie a proprietà indivisa effettivamente utilizzate quale abitazione principale di residenza dai soci assegnatari;
  • gli alloggi (e pertinenze) di proprietà degli Istituti autonomi Case Popolari (oggi ACER) regolarmente assegnati;
  • l’abitazione (e pertinenze) di proprietà, anche in quota, del coniuge separato/divorziato non assegnatario della ex casa coniugale, a condizione che questi non sia titolare di altro alloggio destinato a sua abitazione principale nel Comune di Modena;

Ici Reggio Emilia

Aliquota agevolata pari al 5,8 per mille per:

L’abitazione principale censita nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e per gli altri casi di immobili adibiti ad abitazione principale del proprietario per i quali non si applica l’esenzione dall’imposta, una autorimessa (C/6) o un posto auto (C/6 o C/7) e una cantina (C/2) o una soffitta (C/2) di pertinenza dell’abitazione principale. L’abitazione posseduta da italiano residente all’estero a condizione che essa rimanga vuota.

Property Taxes. Immagine: Harry Chen Thinks Aloud

Property Taxes. Immagine: Harry Chen Thinks Aloud

Continua a leggere Ici Reggio Emilia…

Ici Piacenza Scadenza Pagamento

La scadenza del pagamento ici per questa prima rata era:

ACCONTO:   entro il 16 giugno 2010  pari al 50% dell’imposta dovuta

SALDO: dal 1° al 16 dicembre 2010 I versamenti devono essere effettuati con arrotondamento all’Euro per difetto o per eccesso  se la frazione è inferiore o superiore a 49 centesimi:

  • utilizzando gli appositi bollettini intestati al n. di ccp 10207298 – ICI – SERVIZIO TESORERIA – 29100 PIACENZA,  presso gli sportelli della Tesoreria Comunale Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza senza addebito di spese e presso gli Uffici Postali e le Banche convenzionate
  • utilizzando il Modello F24
  • pagamento ONLINE senza oneri a carico del contribuente.

piacenza

Ici Piacenza Detrazioni

DETRAZIONE ABITAZIONE PRINCIPALE

limitatamente      – alle abitazioni  classificate come A1, A8 e A9

–  alle abitazioni dei cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato

EURO 103.30 detrazione ordinaria

EURO 154.94 per CATEGORIE PARTICOLARI in possesso della sola abitazione principale e garage:

1. PENSIONATI, di età superiore a 65 anni con solo reddito da pensione non superiore a Euro 7.230,40 (1 persona) oppure Euro 11.521,12 (2 o più persone)

2. FAMIGLIE di 5 o più persone, in possesso della sola abitazione e garage con imponibile IRPEF di Euro 25.822.84 più Euro 5.164,57 per ogni ulteriore componente

3. TITOLARI di assistenza sociale comunale in possesso della sola abitazione e garage

4. NUCLEI FAMILIARI con la presenza di portatori di handicap o con la presenza di un soggetto gravata da invalidità civile pari o superiore al 70% o con la presenza di un soggetto gravato da invalidità sul lavoro o di guerra o per servizio pari al 50% il cui reddito complessivo annuo imponibile ai fini IRPEF non sia superiore a Euro 25.882.84 I contribuenti che non hanno già segnalato il possesso dei requisiti necessari, dovranno   produrre autocertificazione entro la scadenza prevista per il pagamento del saldo (16 dicembre)

piacenza

Ici Piacenza

Per pagare l’Ici a Piacenza bisogna conoscere le aliquote Ici Piacienza. Ecco la lista confermata per il 2009 che rimarrà valida anche per il 2010:

gotico_piacenza

  • 9,00‰ Abitazioni non locate per le quali non risultino essere stati registrati contratti di locazione da almeno due anni
  • 7,00‰ Terreni agricoli, aree edificabili e fabbricati soggetti all’imposta
  • 4,80‰ Unità immobiliari adibite ad abitazione principale classificate nelle Cat. A1, A8 e A9 e relative pertinenze,
  • 4,80‰ Per cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato si considera direttamente adibito ad abitazione principale l’immobile posseduto a titolo di proprietà o usufrutto (o altro diritto reale) in Italia, a condizione che lo stesso non risulti locato
  • 4,80‰ Abitazione di proprietà di persone fisiche, locata con contratto registrato a soggetto ivi residente
  • 4,00‰ Proprietari di fabbricati classificati nelle categorie A1, A8 e A9 adibiti ad abitazione principale che abbiano sostenuto spese per interventi atti a conseguire risparmio energetico*
  • 4,00‰ Unità immobiliari di nuova costruzione e unità immobiliari oggetto di ristrutturazione ed ampliamento, classificate o classificabili nelle categorie catastali D/1 (opifici), D/7 (fabbricati costruiti o adattati per speciali esigenze di attività industriale), C/3 (laboratori per arti e mestieri) ed utilizzate direttamente dal proprietario per almeno tre anni, per l’esercizio della propria impresa prevedendo l’assunzione di almeno tre unità lavorative di cui una donna di età superiore o uguale a 45 anni od un soggetto in mobilità*
  • 4,00‰ Abitazione di proprietà di persone fisiche, locata con contratto registrato, stipulato ai sensi del comma 3 dell’art.2 Legge 9/12/1998 n.431 (c.d. canale agevolato) a soggetto ivi residente
  • 4,00‰ Abitazione di proprietà di persone fisiche, locata con contratto registrato, stipulato ai sensi del comma 2 dell’art.5 Legge 9/12/1998 n.431, a studenti universitari
  • 3,00‰ Abitazione di proprietà di persone fisiche, concesse in locazione tramite “Agenzia dell’affitto per l’accesso sul mercato privato da parte delle categorie deboli” a titolo di abitazione principale con contratto registrato stipulato ai sensi del comma 3 dell’art. 2 Legge 9/12/1998 n.431 *per ulteriori informazioni vedasi Delibera Consiglio Comunale n.31 del 7/2/2008.

ICI aliquote Pavullo

Pavullo-Castello_Montecuccoli01

  • aliquota ridotta del 4,6 per mille per gli immobili adibiti ad abitazione principale del soggetto passivo ivi comprese le pertinenze di cui all’art. 18 del regolamento per  l’applicazione dell’imposta comunale sugli immobili approvato con deliberazione consiliare n.167 del 26/11/1998 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • aliquota del 4,8 per mille per gli immobili di categoria B/1;
  • aliquota del 4 per mille per i fabbricati realizzati per la vendita e non venduti dalle imprese che hanno per oggetto esclusivo o prevalente dell’attività la costruzione e l’alienazione di immobili, per un periodo comunque non superiore a tre anni dalla data di accatastamento o se precedente dalla data di ultimazione lavori
  • aliquota ordinaria del 7 per mille da applicare a tutti gli immobili diversi da quelli ai punti precedenti;
  • aliquota agevolata dell’1 per mille per gli immobili strumentali di proprietà e direttamente utilizzati da cooperative agricole che hanno come oggetto sociale l’attività di lavorazione e trasformazione dei prodotti conferiti da soci aventi la qualifica di imprenditore agricolo;

Ici Bologna 2010: esenzioni Ici 2009

Bologna: www.miabologna.com

Bologna: www.miabologna.com

Esenzioni ICI comune Bologna. Vedi anche le aliquote Ici del Comune di Bologna.

  • Alle unità immobiliari, appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari;
  • Agli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi case popolari;
  • Al soggetto passivo di imposta non assegnatario della casa coniugale a seguito di separazione o divorzio, a condizione che questi non sia titolare del diritto di proprietà o di un altro diritto reale su un immobile destinato a sua abitazione situato nello stesso comune in cui è ubicata l’ex casa coniugale;
  • All’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari, a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’unità immobiliare stessa non risulti locata;
  • All’unità immobiliare concessa in uso gratuito ai parenti di primo grado in linea retta che le utilizzino come abitazione principale, con residenza anagrafica;
  • L’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o usufrutto, in Italia da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato, a condizione che la stessa non risulti locata.

Per gli immobili di categoria catastale A1, A8 e A9, l’importo della detrazione per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo di imposta è fissata per l’anno 2010 in 103,29 euro.

Immobili Bologna

Le quotazioni immobiliari rimangono stabili in Emilia Romagna. Gli Immobili di Bologna hanno registrato, secondo un report di Gabetti sulla situazione immobiliare, una normalizzazione delle transazioni che si sono attestate a 4.734 nel secondo semestre del 2009. Buone notizie dunque per la capitale romagnola visto che non è ormai abitudine trovare nel settore immobiliare zone che subiscano soltanto una diminuzione del 1,2% delle transazioni. Quel -1,2 % (dal 2008 al 2009) è un segnale incoraggiante per chi possiede immobili e per di più paga l’Ici nel comune di Bologna. Il potenziale degli acquirenti rimane alto già che la disponibilità di spesa rimane sopra i 300 mila euro ma il tempo di vendita si è allungato avvicinandosi agli 8 mesi.

Domanda immobiliare? Img: mwisterman.blogs.rwnetwork.com

Domanda immobiliare? Img: mwisterman.blogs.rwnetwork.com

La dinamicità del mercato delle locazioni, spiega Gabetti nel report, ha visto una netta tenuta dei canoni privilegiando la solvibilità del conduttore. Per confermarlo basta guardare i dati che ci offre questo analisi:

Per tre locali a Bologna si prendono in media 700 euro al mese. Per i monolocali il mercato è bloccato in centro dove i proprietari chiedono prezzi esorbitanti non al di sotto dei 140 mila euro. I bilocali però continuano a vendersi intorno ai 190-230 mila euro mentre cresce la richiesta. Leggera flessione degli investitori nel residenziale, anche perche’ vi e’ molto vacancy terziario, di studi che chiudono, e quindi tendono a spostarsi verso il non residenziale. Il posto letto a studenti si affitta in camera singola a 300-350 euro al mese, in doppia a 220-250 al mese.

Ici comune di Bologna 2010: aliquote e documenti per la compilazione

Piazza Maggiore Bologna. Foto: www.losmejoresdestinos.com

Piazza Maggiore Bologna. Foto: www.losmejoresdestinos.com

Per l’applicazione delle aliquote previste:

a. per le unità immobiliari ad uso abitativo prive di contratto di locazione (debitamente registrato) da oltre 24 mesi decorrenti dal 1° gennaio successivo alla mancanza di tale requisito;

b. per le unità immobiliari, e pertinenze ammesse, locate con contratto registrato, da persone fisiche (soggetti passivi) residenti nel Comune a soggetti che le utilizzano come abitazione principale;

c. per le unità immobiliari, e pertinenze ammesse, interamente locate – alle condizioni definite negli accordi tra le organizzazioni della proprietà edilizia e quelle dei conduttori – dal soggetto passivo di imposta a persone fisiche che le utilizzano come abitazione principale;

d. per le unità immobiliari, e pertinenze ammesse di categoria A1, A8 o A9, concesse in uso gratuito ai parenti di primo grado in linea retta che le utilizzano come abitazione principale;

e. per le unità immobiliari possedute dalle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) di cui all’art. 10 del D.Lgs. n. 460 del 1997;

f. per le unità immobiliari, e pertinenze ammesse, locate, con contratto registrato, da imprese ai propri dipendenti che le utilizzano come abitazione principale;

il soggetto passivo di imposta deve presentare al Comune, entro il 16/12/2010, una dichiarazione sottoscritta con l’indicazione dell’aliquota applicata (vedi contribuzione).

Nella dichiarazione il soggetto passivo d’imposta indica inoltre i seguenti dati:

– codice fiscale;

– cognome e nome ovvero denominazione o ragione sociale e natura giuridica;

– ubicazione e identificativi catastali delle unità immobiliari (foglio, particella e subalterno);

– codice fiscale, cognome e nome e domicilio fiscale del conduttore che utilizza l’unità immobiliare come abitazione principale (nell’ipotesi di unità immobiliare locata).

Per le unità immobiliari locate a soggetti che le utilizzano come abitazione principale alle condizioni definite negli accordi tra le organizzazioni della proprietà edilizia e quelle dei conduttori (aliquota dello zero per mille), il soggetto passivo d’imposta è tenuto ad allegare copia del contratto di locazione alla dichiarazione delle aliquote applicate, se la documetazione contrattuale non è stata verificata e controfirmata da almeno due Organizzazioni Sindacali, delle quali una degli inquilini e una della proprietà.

Vuoi calcolare l'Ici del tuo immobile? Informarti con le ultime news di ICI Calcolo. Tutto quello che devi sapere su imposte e fisco.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia