Partita Iva. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Partita Iva’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Partita Iva. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Invito da parte dell’ufficio

p010_1_00

Le misure che sono state introdotte dalla Manovra economica 2011 dall’articolo 23, comma 22 del D.L. n. 98/2011 (c.d. “Manovra economica 2011”), convertito in L. n. 111 del 15 luglio 2011, prevedono che se per 3 anni di inattività il contribuente non ha provveduto alla cancellazione della partita iva, la cancellazione avverrà d’ufficio e il contribuente sarà destinatario di una sanzione che verrà irrogata nei suoi confronti.

In ogni modo, bisogna dire che la chiusura della partita Iva è prevista anche dopo aver ricevuto l ’invito da parte dell’ufficio. In tale circostanza, il contribuente deve esibire la dichiarazione di cessazione attività entro 30 giorni dall’invito dell’ufficio, ed è tenuto a pagare una sanzione minima pari a 103,20 euro.

Le misure sono incluse nel pacchetto di regolazione di 45.000 milioni di euro necessari per tagliare il bilancio nel 2013 e scacciare lo spettro di default galleggia sulla Borsa di Milano. A Roma, dopo un mese di assenza, Silvio Berlusconi ha incontrato ieri con i leader della sua coalizione. I pesi massimi del Popolo della Libertà e Lega Nord in cima al testo, dopo un lungo quattro settimane fare. Il piano ora va al Senato, dove sarà approvato con un voto di fiducia. Giovedi ‘il Consiglio dei ministri darà luce verde anche il disegno di legge introduce il divieto nella Costituzione di presentare bilanci con un disavanzo, come è stato fatto in Spagna. L’appello di Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica, che ha chiesto misure “più efficace” e la pressione sul debito italiano, ancora molto intenso dopo gli attacchi ai primi di agosto, abbiamo ottenuto in fretta di Gabinetto. Tanto che il suo capo ha deciso di presentare il testo alla mozione di sfiducia per accelerare l’approvazione. Ma Berlusconi ha fatto maggiore attenzione alle pressioni all’interno dei partiti che ha ritirato il sostegno e le misure che avrebbero un impatto di bilancio. Per esempio, la cosiddetta tassa di solidarietà sui redditi superiori a 90.000 € (5%) e 150.000 (10%). Ha anche stati a mezza strada attraverso la riorganizzazione dell’amministrazione territoriale in cambio di un piano di vaga per combattere la frode fiscale.

Cancellazione d’ufficio della partita Iva inattiva

tremonti

Come abbiamo visto in qualche articolo di prima, La Manovra economica del 2011 ha introdotto delle novità interessanti che riguardano la chiusura delle partite Iva. Oggi, le partite ive inattive per più di 3 anni verranno d’ufficio chiuse dall’agenzia delle entrate e per il contribuente vi sarà una sanzione da pagare. Adesso vediamo in quali situazioni  esplica i propri effetti giuridicamente rilevanti sono la  cancellazione d’ufficio della partita iva.

In sintesi, possiamo dire che la cancellazione d’ufficio opera se:

– se per 3 anni consecutivi il titolare non ha svolto l’attività d’impresa o di arti e professioni per la quale ha fatto richiesta di partita iva;

– Se il titolare che è tenuto a presentare la dichiarazione annuale Iva, non ha adempiuto a tale obbligo.

Il provvedimento di revoca della partita Iva da parte dell’ufficio potrà essere impugnato dinanzi alle Commissioni tributarie.

Nel 2014 comincia a crescere l’età pensionabile delle donne nel settore privato negli attuali 60 anni e raggiungerà l’età di 65 anni nel 2026, cioè due anni prima rispetto alla programmazione precedente piano di adeguamento. Per i dipendenti pubblici, il pensionamento a 65 anni entrerà in vigore nel 2012.

Ma soprattutto la massima flessibilità e la libertà nel punto di fuoco, che riscalda la protesta nel paese. “La riforma del governo è ingiusta, ingiusta, incivile e irresponsabile”, ha detto Susanna Camusso, segretario del più grande sindacato italiano, CGIL.L’impianto, organizzatore dello sciopero generale di ieri tuonava contro le misure di austerità esecutivo e alla fine di un movimento che ha il sostegno di 58% dei lavoratori. Il governo, tuttavia, ha posto l’inseguimento tra il 3% e il 5%.

Gli effetti caotici si sono fatti sentire negli aeroporti italiani protesta di Fiumicino e Ciampino a Roma, dove cancellazioni effettuate fino a 100 dei 220 voli di linea e dove lunghe file di turisti in attesa presso gli sportelli delle diverse società per chiedere informazioni sui loro aerei . Dalla Spagna, la cancellazione colpiti 89 voli.

Partita Iva inattiva: le novità della Manovra 2011

be542228eafd752e6d16b0d9adb22277_web

Se la partita iva rimane, non attiva per oltre 3 viene revocata d’ufficio ed è prevista la irrogazione di una sanzione nei confronti del contribuente paria a 129 euro. Queste misure che sono state introdotte dalla Manovra economica 2011 dall’articolo 23, comma 22 del D.L. n. 98/2011 (c.d. “Manovra economica 2011”), convertito in L. n. 111 del 15 luglio 2011, prevede che è possibile anche una sanatoria per i soggetti che non hanno presentato una dichiarazione di cessazione di attività. Per l’appunto come dicevamo qualche rigo sopra, versando 129 euro che è la sanzione minima il contribuente sanerà la sua posizione verso il fisco.

IVA crescerà di un punto percentuale, un’idea che ha scosso Berlusconi da quando ha capito che avrebbe dovuto aumentare le tasse se voleva garantire che i fondi pubblici necessari per assorbire i 45.000 deficit. Quali le sue promesse elettorali non poteva permettersi un aumento della pressione fiscale: questo è più nascosto. La quota del 3% andando a imposta sui redditi a partire da € 300.000 e non 500.000, come riportato nel primo, interesserà così poche persone (35.000 persone di 41 milioni di filer) e quindi, non compromettere le alleanze politiche. La misura sarà in vigore nel 2012 e nel 2013.

Nel 2014 comincia a crescere l’età pensionabile delle donne nel settore privato negli attuali 60 anni e raggiungerà l’età di 65 anni nel 2026, cioè due anni prima rispetto alla programmazione precedente piano di adeguamento. Per i dipendenti pubblici, il pensionamento a 65 anni entrerà in vigore nel 2012.Ma soprattutto la massima flessibilità e la libertà nel punto di fuoco, che riscalda la protesta nel paese. “La riforma del governo è ingiusta, ingiusta, incivile e irresponsabile”, ha detto Susanna Camusso, segretario del più grande sindacato italiano, CGIL.L’impianto, organizzatore dello sciopero generale di ieri tuonava contro le misure di austerità esecutivo e alla fine di un movimento che ha il sostegno di 58% dei lavoratori. Il governo, tuttavia, ha posto l’inseguimento tra il 3% e il 5%.

Vuoi calcolare l'Ici del tuo immobile? Informarti con le ultime news di ICI Calcolo. Tutto quello che devi sapere su imposte e fisco.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia