Imu senza frontiere e tanto altro!

L’ultimo governo Monti deciso di introdurre una revisione di una tassa sulle manovre di proprietà tenuto in ‘ Estuario La capitale italiana in Italia sugli immobili (ICI 2012 e la prima Imu ) che attraversa il confini.Dal 2011 gli individui residenti nello Stato in possesso di beni immobili situati all’estero devono pagare una tassa nelle casse del Tesoro 0,76% del valore degli immobili. Il valore riportato è il costo di acquisto di beni o contratti e, in mancanza di valore di mercato, dove è situato l’immobile. La nuova IMU immatricolato all’estero sarà dovuta in proporzione alla percentuale di proprietà del bene. Per evitare possibili effetti di doppia imposizione a causa dall’Imu registrato un credito d’imposta pari a tutti i costi di capitale applicati nello Stato in cui si trova l’immobile. Un altro meccanismo già applicato dalla Francia a norma del trattato, che disciplina le relazioni con l’Italia.

Secondo i dati in possesso degli spettacoli fiscali che il valore delle proprietà di cui all’estero nel quadro della legge ammonterebbero a oltre 19 miliardi di RW. L’IMU di 0,76% produrrà entrate fiscali più secondo i principi contabili per i prossimi tre anni 98,4 milioni di euro. Il portavoce di Bruxelles Emer Traynor ha assicurato che l’imposizione della proprietà all’estero è di competenza degli Stati membri che cercano di evitare la doppia imposizione, gli accordi bilaterali tra i paesi: la Commissione può intervenire in presenza di degli aspetti discriminatori della tassa. In tutti i casi, a causa della doppia imposizione è uno dei problemi più comuni in Europa, perché tutti i paesi hanno concluso accordi bilaterali in materia, Bruxelles nei prossimi mesi presenterà una proposta per chiudere lacune normative ed evitare carichi sono sottoposti ai cittadini europei che hanno proprietà in più stati. Emer Traynor , portavoce del Commissario UE per l’amministrazione fiscale Algirdas Semeta , ha sottolineato che “gli Stati si decide tassa di proprietà, ma ci sono delle regole da seguire l’UE”, e soprattutto non le tasse non dovrebbe essere il doppio o discriminatori. Traynor, non parla italiano e dove speficamente riservati commento sull’argomento in una data successiva, ma ha ribadito che ” la doppia imposizione è una causa di gravi problemi . ” Il set di uno comunale è una tassa introdotta dal governo Berlusconi IV cervicale decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, e modificato e due anni per far avanzare le montagne del governo con The articolo13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, pubblicato nella Gazzetta ufficiale n.284 del 2011/06/12 – Supplemento Ordinario n. 251. L’imposta è riscossa in via sperimentale a partire dal 2012 e, se lo ritiene opportuno, le modalità di applicazione entro il 2015. L’ipotesi è il possesso della tassa di proprietà, terreni o edifici, compresa la casa padronale e annessi. Nella sua formulazione originale della tassa esclusa dai requisiti della residenza principale e annessi. L’Ordine identifica primo domicilio “proprietà, registrato o iscrivibili nel Catasto che la sola unità immobiliare, in cui il proprietario è la residenza abituale e registrare. ” Per gli apparecchi , secondo il decreto, sono “quelle classificate come nelle categorie catastali C / 2, C / C e 6/7, dipendente nella misura massima di terra per ogni categoria elencata, anche se nel registro con l’unità ad uso abitativo “.

Artículos relacionados