La “bad bank” entra in gioco

Alan Ahearne continua a ripetere dall’altra parte del telefono: “Bisogna essere realistici.” E ‘l’unico consiglio che osa dare l’economista Bruegel Institute e consulente Spagna per l’ex ministro delle Finanze irlandese Brian Lenihan, che hanno favorito la creazione della banca irlandese male nel dicembre 2009 e la ristrutturazione Teuteló finanziario del paese. Il NAMA chiamata (acronimo per l’agenzia che ha acquistato le attività di banche irlandesi danneggiati) ingerite circa 74.000 milioni di euro in prestiti a uno sconto medio del 58%, ma ancora sono venute meno in quanto i prezzi sono scesi di oltre il 60 % rispetto ai picchi del 2007. La Spagna ha ceduto a Bruxelles e ha rotto il tabù, un altro, in questo episodio della crisi: creare una società di gestione (colloquialmente, una bad bank) che le attività di gruppi di banche con gergo aiuto finanziario pubblico chiamato problematico o tossici , ovvero la rilevazione difficile o rischioso, quasi tutti legati alla scoppio della bolla immobiliare. “E ‘fantastico per separare i sani dai credito danneggiato, ma lo sconto che si applica ai prestiti immobiliari devono essere realistici”, ricorda Ahearne. “Se i prezzi sono diminuiti in percentuale, per quanto elevato, si esprimono, e se ci sono perdite di grandi dimensioni, le banche devono ricapitalizzare.” Il problema in Spagna è che nessuno sa che cosa è inutile.

Il governo ha dovuto chiedere ai suoi partner della zona euro uno di fino a 100.000 miliardi di salvataggio per il settore finanziario, che è afflitto campo per i soggetti beneficiari di assistenza pubblica: tutti dovranno trasferire i beni tossici alla bad bank. A quale prezzo? Si tratta di una questione fondamentale. I fogli bilanci delle banche non hanno ancora recepito l’ammortamento dei beni sul mercato: si parla di uno sconto fino al 60% del valore originario, e hanno coperto le entità con le forniture di circa il 35% in media. Spostare valori correnti di mercato ai conti degli enti creerebbe un buco significativa nel capitale e mettere in imbarazzo molti di loro, in modo che il protocollo d’intesa (MOU iniziali) che l’Europa ha firmato con la Spagna spera il trasferimento di attività a qualcosa di etereo e di gas come il prezzo di mercato a lungo termine. La metodologia di calcolo che sulla base delle prove di stress per le banche e il risparmio che si concluderà nel mese di settembre. “Che circa il 25% di differenza tra riconosciuta dalle banche e il prezzo di mercato è quello che molte entità avrà bisogno del sostegno pubblico, e quelli il contribuente deve sopportare il male se la banca non riesce a recuperare le vendite mercato “, spiega una delle aziende che hanno verificato i il settore. La filosofia di una bad bank è: credito danneggiato necessario per ripulire il settore finanziario e viene venduto sul mercato, al fine di recuperare il denaro pubblico. Da allora non più definita. Per cominciare, si decide quale forma giuridica di questo strumento, e chi lo gestisce, e che tipo di attività incluse. Although legato al credito brick massa (problematici e immobili) è la più rilevante, Bruxelles sostiene anche che incorporano loans di gestione, anche se non connessi ai promotori, frutto di rischio, come quelli concessi alle imprese in altri settori o mutui ipotecari a privati.

Artículos relacionados