Mario Monti da Obama

300x01328764912629combo_monti-obama2

Presidente degli Stati Uniti, non posso che elogiare l’economista che governa l’Italia.

Due copertine di Time, tre mesi di distanza, misurare la portata dei cambiamenti in Italia. La prima, il 11 novembre, è stato un Silvio Berlusconi tutti i sorrisi, con un titolo devastante: “L’uomo dietro il mondo più pericoloso del mondo”. L’altro, pubblicato questa settimana in visita completa del suo successore, Mario Monti , a Washington, con il Presidente del Consiglio, sorriso sottile, sotto il titolo: “Può salvare l’Europa?”.

1115847-oby

Alla Casa Bianca, il superéconomiste che governa l’Italia dal 11 novembre ha ricevuto un caloroso benvenuto. Barack Obama dovrebbe “portare l’Italia fuori dalla tempesta”. Ha elogiato le sue “decisioni rapide in un periodo estremamente difficile” e “piano serio” per ripristinare la fiducia internazionale in Italia: “I rapporti tra i nostri due Paesi non sono mai stato più forte”, ha aggiunto . La settimana precedente, Nicolas Sarkozy aveva messo in evidenza i progressi “awesome” realizzato da Mario Monti d’Italia. “In poche settimane, Mario Monti ha accumulato capitale politico che serve all’estero per convincere la comunità internazionale a scommettere ancora una volta l’Italia nel suo paese e per accelerare l’adozione delle riforme che ha deciso” , dice il Corriere della Sera. I mercati hanno recepito il messaggio. I tassi di interesse hanno rimbalzato in modo drammatico, il differenziale con i tassi di interesse tedeschi sono ridotti da 200 punti in due mesi per raggiungere 344 punti base, un livello più sostenibile per il servizio del debito.

Questo credito rinnovata internazionale è una risorsa importante sulla strada della ripresa. Solo tre ore di sciopero generale nel dicembre accompagnato l’adozione di misure di austerità più drastica che l’Italia abbia mai conosciuto. Per quanto riguarda le riforme strutturali avviate dai primi di gennaio, ma solo incontrano una resistenza minima, entrambi i partiti politici in Parlamento. Giovedi il governo ha impegnato la sua fiducia su un decreto potenzialmente esplosiva: la liberazione anticipata di 3.500 detenuti per ridurre il sovraffollamento carcerario. Ha ricevuto 420 voti contrari 78 astenuti e 35, solo 49 in meno voti rispetto alla sua inaugurazione lo scorso 11 novembre.

I cambiamenti del vocabolario politico: concetti, una volta acclamato come “fisso”, “diritti acquisiti”, “privilegi” sono vietati. Sono necessarie misure un tempo impensabili: qualsiasi obbligo ufficiale per restituire un regalo oltre 150 euro. Divieto di pagare in contanti un acquisto superiore a mille euro. Tagli drastici nella miriade di seminari, ricevimenti e celebrazioni con l’obbligo di limitare al Sabato. Non è più merita, la concorrenza, la liberalizzazione, la crescita, la produttività. Il decreto sulla liberalizzazione che sfida il potere sproporzionato della società non sarebbe un gran frastuono importante in Parlamento. Sulle spinose trattative sulla riforma del diritto del lavoro sembra a portata di mano entro marzo.

La liberalizzazione e la riforma del diritto del lavoro, le misure necessarie per incoraggiare gli investimenti, sono due elementi chiave della puntata Mario Monti rapidamente stimolare la crescita. Il Presidente del Consiglio italiano moltiplica visite all’estero e conduce diversi progetti contemporaneamente. Mario Monti è un uomo impegnato: in Europa la ripresa della crescita che è la seconda parte del suo programma, l’economista che governa l’Italia da novembre è diventata un inferno. Dopo Parigi Venerdì scorso, il primo ministro si reca a Berlino per Mercoledì 18 gennaio a Londra. Il 20, ospiterà a Roma Nicolas Sarkozy e Angela Merkel.

Fonte: http://www.lefigaro.fr

Artículos relacionados