Obama, sostenitore della stabilità di Holland nell’ area dell’ euro

Presidente degli Stati Uniti e il suo omologo francese, ha avuto colloqui sul destino dell’Europa durante una conversazione telefonica. In precedenza, il FMI aveva espresso preoccupazione per l’evoluzione della crisi.

Crescita e stabilità per l’area dell’euro. Questo è il desiderio comune espresso il Mercoledì i presidenti francese, Francois Hollande , e American B arak Obama . I due leader “ha avuto uno scambio sulla situazione economica internazionale e hanno espresso il loro interesse comune per la crescita dell’Europa e la stabilità nella zona euro, per la ripresa dell’attività economica mondiale”, ha detto l’Elysee in un comunicato. Secondo la presidenza francese, Francois Hollande “, ha sottolineato la volontà della Francia di attuare, con i partner dell’Unione europea, le decisioni prese dal Consiglio europeo del 28 e 29 giugno. Apparecchi e strumenti previsti per questa opportunità deve essere disponibile il più presto possibile “, dice la nota.

Prova di preoccupazione degli Stati Uniti, il segretario Usa al Tesoro Timothy Geithner ha avuto una conversazione telefonica sulla situazione nella zona euro con il Ministro francese dell’Economia e delle Finanze, Pierre Moscovici, nei primi mesi del settimane. I due uomini avevano discusso le attuali sforzi da parte dell’Europa per garantire la stabilità finanziaria e incoraggiare la ripresa della zona euro .

Il FMI è preoccupato

All’inizio della serata, il direttore esecutivo del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde , ha dichiarato la sua preoccupazione per la salute dell’economia globale. Nel corso di una conferenza stampa a Washington, ha detto che ha osservato “chiaramente al momento una perdita di fiducia che è alimentata da una combinazione di indicatori economici e poveri di reazione degli investitori a questa situazione.” In Focus: l’area dell’euro. Il direttore del Fondo Monetario Internazionale ha parlato di “dubbi” circa la capacità dei leader europei per attuare le decisioni a cui sono sostenuti. Per quanto riguarda la Grecia , Christine Lagarde ha ribadito la sua intenzione di “mai” lasciare il tavolo delle trattative. Gli esperti della troika (di cui il Fondo monetario internazionale insieme con la BCE e dell’UE), in visita alla settimana scorsa ad Atene , invitando la coalizione greca governo guidato dal primo ministro Antonis Samaras , per condurre una nuove misure di austerità di 11,5 miliardi di euro per il 2013 e il 2014 per l’arretrato. Il pagamento della quota di prestito prevista per luglio è appena stata fatta e il paese è a corto di soldi. FMI promette di essere ancora più “esigenti” con le autorità greche riguardanti le riforme attese in cambio del suo salvataggio finanziario.

Domande sul “futuro economico” degli Stati Uniti

Ma la preoccupazione di Christine Lagarde ha inoltre discusso i rischi per gli Stati Uniti, minacciati da una impasse bilancio se un accordo con il Congresso non si trova entro la fine dell’anno. “Ci sono domande importanti circa il futuro economico degli Stati Uniti”, ha detto. “Misure forti devono essere discusso e approvato, e non è ancora il caso.” Il regista ha preso quelle parole anche se la Federal Reserve ( Fed ) il Mercoledì ha presentato la sua strategia per sostenere l’economia degli Stati Uniti. Commentando lo scandalo del Libor , il direttore del FMI ha detto che spera che il caso favorisce la creazione di una migliore regolamentazione globale del settore finanziario. “Più di tre anni dopo i massicci sforzi per riformare la regolamentazione finanziaria, questa riforma non è finito, lontano da esso. C’è molto da fare “, ha detto.

Artículos relacionados