Ici 2010. Tutti i nostri post che parlano di: Ici 2010

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Ici 2010. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Aliquote Ici Ancona

Per calcolare le aliquote ici ad Ancona troviamo questa tabella con l’evoluzione annua dell’imposta comunale sugli immobili. Fai clic sull’immagine per ingrandire.

ancona ici

Aliquote Ici Caserta

Le aliquote Ici Caserta possono calcolarsi in base a questa immagine che trovate qui giù. Fate clic sull’immagine per ingrandirla.

caserta

Ici Modena

Le aliquote Ici del comune di Modena sono fisse dal 2008 e possono elencarsi nel modo seguente. Leggete anche le esenzioni ici comune di Modena.

modena

1) Aliquota 5,2 per mille: per l’unità immobiliare (A/1,A/8,A/9) adibita ad abitazione principale, comprese le pertinenze; per l’ alloggio destinato ad abitazione principale e relative pertinenze, in proprietà dei cittadini italiani residenti all’estero (iscritti A.I.R.E.), a condizione che lo stesso non sia locato.

Si considerano pertinenze:

il garage o posto auto, la soffitta, la cantina e la tettoia classificati o classificabili alle categorie catastali C/6, C/2 e C/7, che siano destinate ed effettivamente utilizzate in modo durevole a servizio dell’abitazione principale, anche se non ubicate nello stesso complesso immobiliare ove è sita l’abitazione principale, a condizione che il proprietario della stessa sia anche proprietario dell’unità pertinenziale.

Si applica la detrazione di legge di € 103,29 per l’ unità immobiliare adibita ad abitazione principale.

Se la detrazione supera l’imposta dovuta per l’abitazione principale, la parte rimanente va “scontata” dall’imposta dovuta per le relative pertinenze. L’importo per le pertinenze va riportato nel rigo “ALTRI FABBRICATI”

2) Aliquota 2 per mille: per gli alloggi e relative pertinenze, locati a titolo di abitazione principale, secondo i patti concordati della Legge 431/1998 art. 2 comma 3.

3) Aliquota 2 per mille: per gli alloggi e relative pertinenze, locati dall’anno 2009 e con durata di almeno 12 mesi a studenti fuori sede, ai sensi della Legge 431/1998 art. 5, comma 2.

4) Esenzione: per gli alloggi affittati al Comune nell’ambito del Servizio “Agenzia Casa” secondo i patti concordati.

5) Aliquota 9 per mille: per gli alloggi sfitti da almeno due anni.

NOTA: per appartamenti sfitti devono intendersi quelli non occupati oppure occupati ma privi di contratto di locazione registrato. Non sono considerati sfitti – e pertanto si applica l’aliquota del 7 per mille – gli appartamenti concessi in comodato o utilizzati esclusivamente da parenti fino al terzo grado che risultano ivi residenti, oppure occupati direttamente dal proprietario non residente.

6) Aliquota 7 per mille: per tutti gli altri immobili.

Ici 2010

L’Ici è l’Imposta Comunale sugli Immobili, questi sono: fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli. Tale imposta va pagata ogni anno da chi gode dei diritti reali su tali immobili.

In questa occasione parleremo dell’Ici 2010 e anticipiamo subito un dato: chi volesse pagare in due rate, dovrà versare il 50% del totale nella prima rata e il restante nella seconda. La prima rata Ici 2010 scade il 16 giugno. Dovete sapere, inoltre, che da qualche anno è possibile pagare attraverso il modello F24.

Ici. Foto: Giornalelibero.com

Ici. Foto: Giornalelibero.com

Continua a leggere Ici 2010…

Ici Prato 2010

Secondo quanto comunica il comune di Prato l’ici di Prato 2010 è legato alle segunti aliquote contenute nel comunicato ufficiale:

Approvate a maggioranza in consiglio comunale le aliquote 2010 dell’addizionale comunale all’Irpef e dell’Ici,imposta comunale sugli immobili: entrambe rimarranno inalterate rispetto all’anno precedente.

L’aliquota di compartecipazione dell’addizionale Irpef è confermata nella misura dello 0,50 per cento.  Confermate anche le aliquote 2010 dell’Ici:

  • per le abitazioni principali nelle categorie A/1, A/8 e A/9 possedute da persone fisiche che hanno la residenza anagrafica nelle stesse,  l’aliquota rimane fissata al 6,2 (detrazione 250 euro);
  • stessa aliquota del 6,2 è confermata anche per tutti gli altri immobili ad esclusione degli alloggi non locati  da un periodo non superiore a due anni (per questi è prevista l’aliquota del 7) e  non locati da almeno 2 anni (in questo caso l’aliquota è del 9).

Le delibere con cui sono stati approvati i due provvedimenti costituiscono gli allegati al bilancio di previsione 2010

pprato

Ici Teramo 2010

Per calcolare l’ammontare della nostra imposta comunale o ICI a Teramo porssiamo seguire le indicazioni del comune a questo riguardo. Nelle pagine ufficiale del comune di Teramo troviamo che chi deve pagare l’ici deve attenersi a queste informazioni utili. Per esempio aliquote ici Teramo ed esenzioni Ici Teramo e detrazioni ici Teramo:

panorama-teramo

ALIQUOTE E DETRAZIONI   I.C.I. anno 2010
Terreni agricoli Esenti
Unità immobiliari destinate ad abitazione  principale: Esenti
L’aliquota per le aree fabbricabili 7
L’aliquota per l’abitazione principale  (cat. A1; A8; A9) 4,6
L’aliquota per gli altri fabbricati 7
La detrazione per l’abitazione principale €    144,61

Esenzioni Ici Caserta

Calcolare l’Ici di Caserta è semplice. Basta conoscere le Aliquote Ici Caserta e le Esenzioni Ici Caserta.Per il comune di Caserta esistono le seguenti esenzioni dall’imposta comunale sull’immobile:

Reggia_di_Caserta4

  • l’abitazione coniugale per il soggetto passivo che ne sia in toto o in parte proprietario ma che non ne risulti assegnatario a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, purchè non possegga altro immobile destinato ad abitazione ubicato nello stesso comune;
  • l’unità immobiliare appartenente alla cooperativa edilizia a proprietà indivisa adibita ad abitazione principale dal socio assegnatario e l ‘alloggiato regolarmente assegnato dall’Istituto Autonomo per le Case Popolari ;
  • l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che, a seguito di ricovero permanente in Istituti Sani tari , acquisiscano la residenza in loco, a condizione che la stessa unità immobiliare non risulti locata;
  • l’unità immobiliare data in uso gratuito a parenti in linea retta, a condizione che questi la utilizzino come propria dimora abituale con residenza anagrafica presso la stessa, nonchè a condizione che il soggetto passivo ne dia comuni caz ione a Tel eservizi (* ) entro i l termi ne per il versamento del saldo I CI, tramit e l ‘apposito modello in uso, e che l’ unità immobiliare risulti essere stata regolarmente denunciata ai fini TARSU;
  • la/le pertinenza/e dell’abitazione principale intendendo per essa/e la/le unità immobiliare/i posta/e al servizio o ornamento dell’unità principale in modo durevole ed effettivo, quali il garage o box auto, la cant inola, il sottotetto o la soffitta ubicati nello stesso edificio o complesso immobiliare nel quale è sita la abitazione principale, nonchè la singola unità immobiliare di categoria C6, ubicata in luogo diverso dallo stesso edificio o complesso immobiliare nel cui compendio è inserita l’abitazione principale;
  • l’unità immobil iare adibita ad abitazione pr incipal e, intendendosi per tal e, salvo prova contr ari a, quel la di residenza anagrafica del Contribuente, censi ta nel Catast o Edi l i zi o Ur bano nel l e cat egori e A2 – A3 – A4 – A5 – A6 – A7 e A11;
  • le unità immobiliari assimilate all’abitazione principale per effetto di disposizioni di Legge e di disposizioni del Regolamento Comunale adottate ai sensi dell’art. 3 comma 56 della L. 23/12/96 n.662 e dell’art. 59 comma 1 lettera e) del D.Lgs. n. 446/97, di seguito riportate:
  • le unità immobiliari classificate o classificabili nelle categorie catastali da E1 a E9;
  • le unità immobiliari già dichiarate inagibili o inabitabili recuperate per essere destinate alle attività assistenziali di cui alla Legge 05/02/1992 n.104, limitatamente al periodo di effettiva destinazione;
  • le unità immobiliari possedute ed utilizzate dagli Enti non commerciali di cui all’art. 73 (ex art. 87) comma 1 lett. c) del D.P.R. 22/12/1986 n. 917 per lo svolgimento delle attività tassativamente elencate dalla norma (effettuato con modalità di esercizio che consentano di escludere il lucro soggettivo e la libera concorrenza);
  • i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli il cui valore non ecceda la soglia di Euro 12.911,42 fatte salve le ulteriori agevolazioni previste dall’ art. 9 del D.LGS. n. 504/1992 per valori eccedenti la suddetta soglia;
  • (*) La comunicazione non è dovuta se già presentata in annualità precedenti e non va riproposta per gli anni successivi qualora restino invariate le condizioni per usufruire dell’esenzione.

Ici Bologna 2010: esenzioni Ici 2009

Bologna: www.miabologna.com

Bologna: www.miabologna.com

Esenzioni ICI comune Bologna. Vedi anche le aliquote Ici del Comune di Bologna.

  • Alle unità immobiliari, appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale dei soci assegnatari;
  • Agli alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi case popolari;
  • Al soggetto passivo di imposta non assegnatario della casa coniugale a seguito di separazione o divorzio, a condizione che questi non sia titolare del diritto di proprietà o di un altro diritto reale su un immobile destinato a sua abitazione situato nello stesso comune in cui è ubicata l’ex casa coniugale;
  • All’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari, a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’unità immobiliare stessa non risulti locata;
  • All’unità immobiliare concessa in uso gratuito ai parenti di primo grado in linea retta che le utilizzino come abitazione principale, con residenza anagrafica;
  • L’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o usufrutto, in Italia da cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato, a condizione che la stessa non risulti locata.

Per gli immobili di categoria catastale A1, A8 e A9, l’importo della detrazione per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale del soggetto passivo di imposta è fissata per l’anno 2010 in 103,29 euro.

Calcolo Ici 2010. Che aliquote ci vogliono? Cagliari risponde

Schermata sito Comune di Cagliari: www.comune.cagliari.it/

Schermata sito Comune di Cagliari: www.comune.cagliari.it/

Il comune di Cagliari propone nel suo sito ufficiale il sistema per calcolare l’Ici in un modo semplice e veloce senza ricorrere ad aiuti esterni (ma pur sempre avendo a mano una buona calcolatrice). Una delle cose utili che abbiamo riscontrato in questo elenco da passi a seguire per calcolare l’Ici è per esempio che risponde alla seguente domanda. Se abbiamo soltanto le aliquote dell’Ici 2009 possiamo calcolare quello del 2010? Ebbene si, il nota bene sull’acconto e il saldo,  spiega che l’imposta deve essere calcolata in base alla detrazioni e aliquote aggiornate o in base a quelle dell’anno precedente. Per calcolare l’Ici dei fabbricati il sito catanese propone questi passaggi:

  • Si rivaluta del 5% la rendita catastale e si moltiplica la rendita catastale rivalutata per il coefficiente catastale, ottenendo così la base imponibile: Rendita rivalutata X Coefficiente = Base imponibile
  • Si moltiplica la base imponibile per l’aliquota stabilita dal Comune, ottenendo così l’imposta da versare per l’intero anno: Base imponibile X Aliquota = Imposta da versare per l’anno
  • Eventualmente si sottrae la detrazione o la maggiore detrazione per l’abitazione principale: Imposta – Detrazione = Imposta per l’abitazione principale
  • N.b.: l’imposta e’ annuale e prevede un acconto e un saldo.L’acconto deve essere versato entro il 16 giugno, nella misura del 50% dell’imposta, la quale può essere calcolata sulla base delle aliquote e delle detrazioni stabilite dal Comune per l’anno precedente.
  • Il saldo è da versare entro il 16 dicembre, ed è ottenuto calcolando l’imposta dovuta per l’intero anno sulla base delle aliquote e delle detrazioni stabilite dal Comune per l’anno in corso, sottraendo successivamente alla somma così ottenuta l’acconto già versato.
  • N.B.: Il versamento va effettuato con arrotondamento all’euro: per difetto se la frazione è inferiore a 49 centesimi per eccesso se la frazione è superiore a 49 centesimi

Ici Comune di Salerno, detrazioni 2010

Salerno. Foto: www.kent.ac.uk

Salerno. Foto: www.kent.ac.uk

La detrazione di € 103,29 si applica. Vedi anche le aliquote dell’Ici Comune di Salerno.

  • All’abitazione principale, in categoria catastale A/1, A8 e A/9, intendendosi per tale quella nella quale il soggetto passivo dimora  abitualmente e stabilisce la residenza anagrafica;
  • All’abitazione in categoria catastale A/1, A/8 e A/9 concessa in comodato d’uso gratuito a parenti ed affini entro il secondo grado, a condizione che la utilizzino come abitazione principale e ivi trasferiscano la residenza anagrafica;
  • All’abitazione in categoria catastale A/1, A/8 e A/9 del soggetto passivo che a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio non risulta assegnatario della casa coniugale, a condizione che non sia titolare del diritto di proprietà od altro diritto reale su immobile destinato ad abitazione principale situato nel Comune di Salerno ove è ubicata la casa coniugale;
  • All’abitazione posseduta dai cittadini italiani residenti all’estero, a condizione che non risulti locata.

Nell’ipotesi di comproprietà, la detrazione deve essere suddivisa tra coloro che risiedono nell’abitazione, in parti uguali tra loro, a prescindere dalla quota di proprietà o altro diritto reale. Ad esempio: se un’abitazione è di proprietà di tre soggetti, tutti residenti nella stessa abitazione, la detrazione è divisa in parti uguali tra loro, anche se le quote di proprietà sono diverse; nel caso in cui solo uno di essi vi risiede, la detrazione di € 103,29 spetta per intero al soggetto che vi risiede a prescindere dalla quota di possesso.

Vuoi calcolare l'Ici del tuo immobile? Informarti con le ultime news di ICI Calcolo. Tutto quello che devi sapere su imposte e fisco.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia