IVA. Tutti i nostri post che parlano di: IVA

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica IVA. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Proroga al 6 luglio e al 5 agosto anche per i minimi

soldi in volo

Anche i contribuenti minimi sono interessati alla proroga del 6 luglio e del 5 agosto, slittano anche le rate delle rettifiche Iva

La proroga delle scadenze disposta dal d.p.c.m. del 12.05.2011 riguarda anche i contribuenti minimi. Essi avranno tempo fino al 6 luglio per versare il saldo 2010 e il primo acconto 2011, e fino al 5 agosto per il pagamento con la maggiorazione dello 0,4%. Questi slittamenti hanno effetto anche per i pagamenti rateali e per le rate dell’Iva dovuta a seguito del passaggio dal regime ordinario a quello dei minimi, in relazione alla rettifica per le merci in rimanenza e i beni strumentali.

Fonte: Il Sole 24 Ore

L’Iva

L’ iva è l’ imposta sul valore aggiunto ed è una tassa che grava sul consumatore, in quanto colpisce tutte la manifestazioni di ricchezza mediata che sono i consumi. Tale l” imposta è in vigore in tutti i 27 stati membro dell’ Unione Europea e si applica su tutti i consumi di beni e dei servizi. Nel ciclo di produzione di un bene o servizio commerciale , tuttavia, l’IVA viene anticipata dai Soggetti Passivi di diritto dell’ imposta che sono le imprese, le società, gli enti, gli esercenti arti e professioni, però poi di fatto, saranno i consumatori finali a pagarla effettivamente, in quanto i soggetti passivi di diritto ( le imprese) eserciteranno il diritto-dovere della rivalsa sul consumatore finale stesso. L’IVA che viene addebitata dai soggetti passivi pure se non viene riscossa deve essere liquidata e versata regolarmente all’Ufficio IVA, al netto dell’IVA assolta sugli acquisti (pure nel territorio dell’Unione Europea) e sulle importazioni fatte dai soggetti passivi stessi.

IVA

L’imposta sul valore aggiunto, meglio conosciuta come IVA, è un’imposta che colpisce solo il valore aggiunto di ogni fase della produzione, scambio di beni e servizi. In Italia la sua disciplina è quasi interamente contenuta nel relativo testo unico, ossia il Decreto del presidente della Repubblica 633 del 1972.

L’IVA è un’imposta generale sui consumi, che colpisce solo l’incremento di valore che un bene o un servizio acquista ad ogni passaggio economico (valore aggiunto), a partire dalla produzione fino ad arrivare al consumo del bene o del servizio stesso.

Attraverso un sistema di detrazione e rivalsa (addebito), l’imposta grava completamente sul consumatore finale mentre per il soggetto passivo d’imposta (il contribuente) rimane neutrale.

Infatti il soggetto passivo d’imposta, che è colui che cede beni o servizi, può detrarre l’imposta pagata sugli acquisti di beni e servizi effettuati nell’esercizio d’impresa, arte o professione, dall’imposta addebitata (a titolo di rivalsa) agli acquirenti dei beni o committenti dei servizi prestati.

Poiché il pagamento dell’IVA è basato largamente su scontrini, ricevute fiscali, e fatture, l’IVA è una delle imposte per le quali è più diffuso il fenomeno dell’evasione, di norma in due forme:

  • Uno in cui il contribuente di diritto (commerciante, professionista, imprenditore) incassa l’IVA dal contribuente di fatto (cliente o consumatore) senza emettere scontrino, ricevuta fiscale, o fattura. L’imprenditore poi non dichiara e non versa l’IVA all’erario, sottraendo l’imposta pagata dal contribuente alla comunità.
  • Nel secondo scenario l’imprenditore, per esempio un professionista, collude con il cliente, offrendo uno sconto equivalente all’IVA in cambio di un accordo a non pretendere l’emissione di ricevuta fiscale o fattura. In tal caso il vantaggio per il cliente è ovvio: l’evasione e quindi il risparmio dell’IVA con minimo rischio. Il vantaggio per il contribuente di diritto è che non essendoci traccia dell’avvenuta transazione, il guadagno può essere occultato dalla dichiarazione dei redditi con conseguente evasione di imposta sul reddito.

I cittadini sono tenuti a denunciare tentativi di collusione per evasione IVA alla Guardia di Finanza, ma non possono farlo in modo anonimo e quindi si espongono con la denuncia a ovvie conseguenze. Esiste un sito sociale che permette segnalazioni anonime in cui anche l’evasore non viene identificato, con lo scopo di raccogliere dati sull’evasione dell’IVA

Vuoi calcolare l'Ici del tuo immobile? Informarti con le ultime news di ICI Calcolo. Tutto quello che devi sapere su imposte e fisco.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e ricevi gratis i nostri aggiornamenti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia